3 itinerari per girare la Scozia in bici tra foreste, laghi e antiche abbazie

scozia_cycling_0

La Scozia ha un paesaggio che incanta e che si può vivere anche in sella ad una bicicletta, girando tra le foreste, seguendo un sinuoso sentiero costiero o il corso di un torrente nella brughiera. Esperienze da provare facendosi ispirare da questi luoghi immersi nella natura, pedalando mentre il vento scompiglia i capelli, lungo una serie di itinerari ben segnalati e strutturati.

>>Leggi anche: 5 idee per una fuga nella natura nella campagna scozzese

MacmillanBicycleScozia, qui nacque la bicicletta a pedali

La bicicletta è sempre stato un mezzo di locomozione molto usato in Scozia e proprio qui la storia della due ruote subì un deciso passo in avanti nella sua evoluzione tecnica quando il maniscalco Kirkpatrick Mac Millan riuscì ad applicare due manovelle all’asse della ruota anteriore che venivano azionate da due pedali “a leva” alla famosa Draisina, inventata dal barone tedesco Karl Drais e considerata l’antenata della moderna bicicletta.  Era il 1838.

>>Leggi anche: Le valli scozzesi più belle dove fare trekking e mountain bike

3 itinerari incantevoli

Tracciati per tutti i gusti, per tutte le ‘gambe’ e soprattutto con una varietà di paesaggi che vanno dalle coste sabbiose alle vie cittadine di Edimburgo, ma anche la collina e la brughiera selvaggia delle Shetland o lungo spiagge e loch scintillanti fino alle antiche e scenografiche abbazie degli Scottish Borders.

>>Leggi anche: Hermitage, a piedi nella foresta di Tolkien in Scozia nella magia dell’autunno e del foliage

scozia_ebridi_1Hebridean Way

Percorso impegnativo, soprattutto per la sua lunghezza totale, 297 km, ovviamente da programmare in diverse tappe (avendone il tempo..).  Le Ebridi Esterne sono incantevoli e questo tracciato parte dalla National Network Route 780 (punto di partenza Vatersay, arrivo Butt of  Lewis) per coprire l’intera lunghezza dell’incantevole catena delle Ebridi. Esterne. Lungo la strada si possono incrociare spiagge paradisiache, il circolo megalitico di Callanish, un suggestivo complesso di quasi 50 megaliti, risalente al 3000 a.C. circa., e il faro di Butt of Lewis. Il tempo previsto è di sei giorni, ma si possono programmare tappe anche più brevi.
Maggiori informazioni su Visit Outer Hebrides

>>Leggi anche: Trekking in Scozia: la West Highland Way

scozia_the_shore_2Dal centro di Edimburgo a The Shore

La capitale scozzese offre una vasta scelta di piste ciclabili, prive di traffico e che sono state realizzate sfruttando le antiche linee ferroviarie.  Questo percorso è davvero molto semplice e molto breve (2,9 km), tanto che l’alternativa è quella di fare una bella passeggiata. Il punto di partenza è Scotland Street , mentre l’arrivo è Sandport Place, tempo stimato 10 minuti. Utilizzando la piantina Innertube è facile scoprire il percorso da New Town, in centro, fino a The Shore a Leith, dove non si possono non gustare le specialità gastronomiche locali prima di visitare il Royal Yacht Britannia.

>>Leggi anche: Gli Highland Games, tra prove di forza, canti, balli e…fiumi di birra

scozia_melrose-abbey_3Le 4 abbazie

Questo è sicuramente il percorso più impegnativo. 88,51 km per un tempo totale che va dalle 5 alle 6 ore. Si possono visitare tutte le 4 famose abbazie degli Scottish Borders (Melrose, Dryburgh, Kelso e Jedburgh). Un tracciato altamente scenografico,  attraverso la bellissima campagna dei Borders, segue strade prevalentemente tranquille, anche sono inevitabili alcuni tratti su strade percorse dalle auto. Il consiglio è quello di ‘spezzare’ questa escursione, che può essere a scelta affrontata in senso orario, ma anche antiorario,  fermandosi una giornata in ognuno dei quattro luoghi
Maggiori informazioni su Cycle Scottish Borders

>>Leggi anche: Viaggio nei luoghi di The Crown, la serie tv Netflix sulla regina Elisabetta

 

[photo credits: visitscotland.com, loopframelove.com]

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA