5 città in Europa da visitare in bicicletta

bici_città_0

Sostenibile, economico, comodo e ottimo come esercizio fisico ovvero visitare le città pedalando tra le loro vie, meglio se in compagnia, meglio ancora se in luoghi strutturati per offrire agli amanti delle due ruote percorsi sicuri. Un piccolo viaggio tra 5 città europee che hanno ‘capito’ come la bicicletta sia diventata uno degli attori principali della mobilità.

Bicicletta, un mezzo che ha rivoluzionato il concetto di mobilità

Certo il barone tedesco Karl Freiherr von Drais quando sviluppò un veicolo a due ruote per sostituire, nei tragitti corti, i carri tirati da cavalli, non avrebbe mai pensato quanto la sua invenzione sarebbe diventata importante e oltre ad essere uno strumento che consente di muoversi ovunque, anche un ottimo strumento di esercizio  fisico. Oggi la bicicletta ha un ruolo importante nella mobilità cittadina e in molte località le piste ciclabili sono un valore aggiunto, così come la possibilità di utilizzare il trasporto pubblico caricando le biciclette per i lunghi spostamenti.  Sono mezzi economici, ecologici, pratici e utili al nostro benessere fisico.

Molte le città che guardano alle esigenze degli appassionati delle due ruote. Qui un rapido sguardo a quelle che hanno o stanno facendo qualcosa in più per i tanti entusiasti che utilizzano la bicicletta per visitare e godere delle bellezze di un luogo, sia per il tempo di una vacanza, sia per abitudine quotidiana.

>>Leggi anche Piste ciclabili: ecco come devono essere per diventare più sicure

Copenhagen_cicloCopenhagen, città su due ruote per eccellenza

La capitale danese può sicuramente considerarsi come una delle migliori mete per i ciclisti e dove nel centro a girare sono più le biciclette rispetto alle auto e dove un turista può vivere la città come un qualsiasi danese. Copenhagen offre più 350 chilometri di piste ciclabili che rendono questa capitale europea tra le più sicure al mondo per i ciclisti. Secondo una recente statistica il 35% dei danesi usa la bicicletta come mezzo di trasporto abituale e in generale il numero delle bicilette supera quello degli abitanti.

>>Leggi anche 7 consigli per andare in bici d’inverno

Molti i punti di noleggio e parcheggi

Quella che è sicuramente un’ottima filosofia di vita si traduce ovviamente in una vasta rete di punti di noleggio sparsi in ogni luogo della città con un costro medio di circa 3 euro all’ora con bici dotate di sistema GPS.  Moltissimi anche i parcheggi dislocati sia nella parte centrale della città, ma anche in moltissime altre zone, comode per chi intende visitare anche luoghi fuori Copenhagen, come la caratteristica località marinara di Dragør, costituita da strade, viuzze e case che risalgono al XVIII secolo e percorribili in autobus o in biciletta. La si raggiunge pedalando per 13 chilometri e il panorama che si gode in questo percorso è di quelli per cui vale la pena.

>>Leggi anche Le bici gialle di Ofo alla conquista di Milano: la competizione con Mobike è aperta

A Bordeaux oltre 4000 bici ad uso gratuito

Bordeaux, città francese che si affaccia sull’Oceano Atlantico, sta sviluppando seriamente e con successo un percorso di coscienza comune nell’utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto cittadino. Per farlo l’amministrazione locale ha investito nella costruzione di infrastrutture e piste esclusive per chi usa la bicicletta. Nella zona centrale della città i ciclisti possono già percorrere 200 chilometri di piste dedicate. A Bordeaux inoltre grazie alla Maison du Vélo viene offerto un servizio con oltre 4000 biciclette ad uso gratuito anche per stimolare l’utilizzo di questo mezzo e raggiungere entro al 2020 il 15% di spostamenti in città solo sulle due ruote.

amsterdam_biciAmsterdam, città bike-friendly

L’uso quotidiano della bicicletta nella capitale olandese è uno dei più alti al mondo, il 28% su una popolazione di 750.000 abitanti dei quali il 75% ne possiede almeno  una. Per i turisti che visitano la città, girarla in bicicletta è un modo molto pratico e affascinante, oltre a rendersi immediatamente conto che questo mezzo ha un ruolo da protagonista assoluto rispetto alle automobili. Essendo una città che integra con tanta perfezione le bici nella vita dei suoi abitanti, con il 90% della città coperta da piste ciclabili e da luoghi dove parcheggiarle in sicurezza, per i turisti è molto facile noleggiarne una e unirsi al flusso costante di traffico su due ruote. Con i suoi canali e le sue strade strette  Amsterdam è sicuramente il cliché numero uno delle città bike-friendly e proprio per questo vale la pena viverla sulle due ruote.

>>Leggi anche I 20 luoghi da visitare prima di compiere 30 anni

Siviglia e i suoi percorsi dedicati al cicloturismo

Siviglia occupa il quarto posto nel ranking europeo, dopo Amsterdam, Copenhagen e Utrecht, per quanto riguarda le città ‘a misura’ di ciclista. La capitale andalusa è davvero piacevole da percorre e scoprire sulle due ruote, anche nella stagione estiva. Oltre ad aprire un ottimo servizio di noleggio biciclette, tra i più economici della Spagna, l’amministrazione locale ha disegnato dei percorsi turistici specifici per poter conoscere la città in sella ad una bicicletta. Uno tra i più gettonati include i principali monumenti come la Torre del Oro, la Cattedrale, i Giardini del Real Alcázar, la Giralda e la Plaza de España. L’ideale è dedicare qualche giornata per visitare questa stupenda città, pedalando con calma e a buon ritmo.

>>Leggi anche Vacanze in bici in Spagna: il Tour della Paella a Valencia

berlino_biciBerlino e la bicicletta per ridurre il traffico

Uno dei modi migliori per conoscere Berlino è sicuramente girarla in bicicletta, calcolando che la capitale tedesca conta circa 890 chilometri di piste ciclabili cittadine. Una città così grande e ricca di storia in ogni sua parte merita di essere visitata con molta attenzione, ma farlo a piedi può essere abbastanza faticoso e la bici diventa in questo caso un prezioso alleato. Il piano di sviluppo del trasporto berlinese prevede di raggiungere il 18% degli spostamenti fatti su due ruote e di conseguenza di ridurre entro il 2025 il traffico automobilistico dal 32% al 25%. In questa direzione va anche  la realizzazione di una ciclovia intorno a Berlino e che sfrutterà l’antico tracciato della ferrovia.

>>Leggi anche Elberadweg, la pista ciclabile più bella d’Europa

Per saperne di più

Qualche consiglio editoriale su alcune di queste mete da godersi su due ruote: “Olanda in bicicletta” di Cosi e Repossi; “Berlino-Copenhagen in bicicletta” di Federico Meda e “Siviglia” di Molina e Dapino .

 

Photo credits: pixabay.com

©RIPRODUZIONE RISERVATA