Quante calorie si consumano con la corsa?

calorie consumate nella corsa

Le calorie consumate nella corsa dipendono da molti fattori e sono quindi difficili da calcolare in modo preciso e univoco. Se è vero infatti che a parità di tempo correre è una delle attività fisiche con il maggior dispendio energetico, e quindi consumo calorico, motivo per cui è particolarmente indicata per dimagrire, è anche vero che ciascuno di noi è diverso e le caratteristiche individuali influiscono notevolmente sulle calorie consumate nella corsa tanto quanto altri fattori come per esempio il ritmo e la durata della corsa.

Calorie consumate nella corsa: quante sono?

Quante sono allora le calorie consumate nella corsa? Indicativamente 0.2-0.25 kcal per ogni kg di peso per ogni minuto di attività. Questa è la media del costo energetico della corsa. Quindi una persona di 60 kg che corre per 30′ consumerà dalle 360 alle 450 Kcal. Però come sempre le medie tendono ad annullare le differenze e allora bisogna considerare anche altri aspetti:

  • Età
  • Peso corporeo
  • Altezza
  • Genere
  • Ritmo di corsa

Quanto variano le calorie consumate nella corsa

In particolare per capire quanto variano le calorie consumate nella corsa bisogna tenere conto che:

  • A parità di altezza, peso e livello di attività fisica (LAF) con l’aumentare dell’età si riduce anche il consumo calorico, e di conseguenza il fabbisogno energetico medio, cioè la quantità di energia necessaria al funzionamento dell’organismo. Questo perché si riduce anche il dispendio energetico del metabolismo di base: un maschio di 25 anni e uno di 55, con stessa altezza e peso, che corrono fianco a fianco allo stesso ritmo per lo stesso tempo e distanza, avranno consumi calorici diversi (superiore nel più giovane, inferiore nel più anziano)
  • All’aumentare di peso e altezza a parità di età e livello di attività fisica si ha invece un aumento del consumo calorico: due donne di 35 anni di 40 kg e 60 kg di peso, che corrono allo stesso ritmo e per lo stesso tempo e distanza, avranno consumi calorici diversi (superiore nella più pesante, inferiore nella più leggera, per via della ragionevole maggior massa muscolare e del maggior impegno necessario a muovere un peso maggiore)
  • A parità di età, altezza e peso e di livello di attività fisica un uomo ha un consumo calorico superiore a quello di una donna: se un uomo e una donna della stessa età, peso e altezza corrono assieme per lo stesso tempo e distanza, avranno consumi calorici diversi (superiore nel maschio, inferiore nella donna)
  • Infine a parità di età, peso, altezza e genere, chi corre a ritmo sostenuto consumerà più calorie, da cui il fatto di sapere a che velocità correre per dimagrire (al netto del fatto che chi corre più velocemente ha molto probabilmente una miglior tecnica di corsa che è quindi anche meno dispendiosa, ma qui entriamo in dettagli che nulla aggiungono a questo discorso)

Calorie consumate nella corsa e MET, o equivalente metabolico

Più modernamente, e più correttamente, più che di calorie consumate nella corsa sarebbe il caso di parlare di MET, o equivalente metabolico. 1 MET corrisponde a 3.5 kcal per kg di peso per minuto di corsa e all’aumentare del ritmo della corsa tende a crescere: considerando anche il dispendio energetico basale, o a riposo, indicativamente per una corsa blanda avremo un MET tra 4 e 6, per una corsa a ritmo medio (12 km in 1 ora, 5′ al km) un MET tra 8 e 10 e per una corsa veloce un MET da 12 a 15.

Photo by RUN 4 FFWPU from Pexels

©RIPRODUZIONE RISERVATA