I migliori laghi per il kayak

I migliori laghi per il kayak

I laghi per il kayak sono spesso la destinazione migliore per chi ama le vacanze in canoa: normalmente le loro acque sono più placide e meno movimentate di quelle dei fiumi, e permettono anche a chi non è esperto di rapide e rafting di fare belle gite in kayak, di uno o anche più giorni. Ovviamente, prima di uscire in kayak sulle acque di un lago è necessario, oltre che consigliato, controllare con scrupolo le previsioni meteo, per evitare di ritrovarsi in situazioni che non si saprebbero gestire. Ma detto questo ci sono numerosi laghi per il kayak, a cominciare da questi 6 che per noi sono i migliori in assoluto per chi vuole organizzare una vacanza con la pagaia in mano in Europa alternativa al mare.

I migliori laghi per il kayak

La contea di Fermanagh – Irlanda

La contea di Fermanagh, detta anche regione dei laghi, è un vero e proprio paradiso per gli amanti dell’acqua e anche se può sembrare strano, l’Irlanda è uno dei Paesi più amati al mondo per il kayak. Nella contea di Fermanagh esiste una straordinaria possibilità di fare kayak per nell’entroterra, a partire ovviamente dai 2 laghi del Lough Erne, e dalla vasta rete di canali che attraversano in lunghezza l’Irlanda collegando i vari corsi d’acqua al fiume Shannon. L’Irlanda è davvero il paradiso dei canoisti.

Lago Di Garda – Italia

Qui giochiamo in casa, ma il Lago di Garda è universalmente rinomato per essere uno dei paradiso dell’outdoor in tutte le sue declinazioni e ovviamente anche un ottimo posto dove fare kayak in Europa. Un piccolo consiglio? Approfitta del mattino presto o della sera al tramonto, quando le acque sono meno affollate e il sole vi si specchia in tutto il suo splendore.

Lago di Como – Italia

Idem come sopra. Non è nazionalismo ma verità oggettiva: il lago di Como è uno dei più bei specchi d’acqua in Europa per fare kayak: le sue acque incastonate tra montagne a strapiombo sono uno spettacolo in ogni stagione dell’anno. Un punto varrebbe l’altro, ma per qualcosa di impagabile prova dalla punta di Bellagio, dove il lago di divide nei suoi 2 rami.

Loch Ness – Scozia

Non tanto per il famigerato mostro, ma il lago di Loch Ness è un’altra delle perle per il kayak. Soprattutto se ti puoi permettere di infilarti nel canale Caledonian, uno dei più grandi canali navigabili del mondo: collega Fort William nel sud-ovest della Scozia con Inverness a est, lungo il percorso attraversa la faglia geologica di Great Glen, che comprende quattro laghi e infiniti scenari mozzafiato infiniti, e lo puoi percorrere tutto in circa 5 giorni. Impagabile.

Lago di Bled – Slovenia

Il lago di Bled è una delle immagini iconiche che si associano alla Slovenia e benché sia un posto fantastico per il kayak per qualcuno potrebbe risultare fin troppo turistico e affollato. Ma la soluzione è a poca distanza e si chiama Lago Bohinj, nel Parco Nazionale del Triglav, a solo mezz’ora di distanza: è altrettanto bello ma praticamente sconosciuto.

Lago Saimaa – Finlandia

In Finlandia dove vai c’è un lago, praticamente. Però Saimaa è un enorme sistema di laghi e fiumi e rappresenta il quarto più grande sistema di acque dolci in Europa. Motivo per cui è ormai giustamente definito “il paradiso dei canoisti”: il lago Saimaa è una rete labirintica di corsi d’acqua eccezionalmente pulita, circondata da natura da togliere il fiato, costellata di isolette e perfetta da esplorare in kayak. Anche perché qui bivaccare in campeggio nella wilderness è non solo tollerato ma molto apprezzato (a patto di non lasciare dietro di sé segni del proprio passaggio!).

Foto di Free-Photos da Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA