La passione per la bici: i tanti modi di amare il ciclismo

passione-ciclismo-bici

 

Il ciclismo è uno sport tra i più diffusi a livello nazionale, anche grazie alla sua versatilità, che permette di praticarlo in molti modi, da quello agonistico a quello semplicemente amatoriale, passando anche per le possibilità legate al mondo del turismo.
Eccone alcuni:

  • Ciclismo su strada
  • Ciclismo su pista
  • Ciclocross
  • Mountain Bike
  • Bike Trial
  • Ciclismo Indoor
  • Cicloturismo rurale
  • Cicloturismo organizzato
  • Bikepacking

 

 

 

 

Tutto questo interesse è anche dovuto alla facilità d’uso e alla reperibilità nonché all’economia del mezzo: la bici fa infatti parte fin dall’infanzia dell’immaginario sportivo collettivo, in ogni caso. Secondo uno studio di mercato portato avanti da ESP GroupM Consulting e Sinottica TSSP, infatti, sono quasi 2 milioni i ciclisti regolari nel nostro paese, che spaziano dalla mountain bike fino al turismo cosiddetto “sostenibile”.

Tra le motivazioni principali di questa scelta, oltre a quelle già sopra menzionate, c’è sicuramente anche la componente connessa alla possibilità di godere delle bellezze del territorio, nonché il benessere psicofisico, indipendentemente dalla mera dimensione agonistica. Se la salute è di certo al centro di questa passione degli italiani per la bicicletta, esiste però anche un popolo di appassionati di ciclismo non praticanti, che valorizzano in altri modi la bellezza di questo storico sport.

 

Altre forme di passione per la bici

Alcuni amatori del ciclismo sono semplicemente appassionati delle tante gare – di diversi livelli e incentrate su svariate specialità – presenti nel nostro paese, a partire da quella principale, il Giro d’Italia, in programma quest’anno dall’11 maggio fino al 2 giugno, con partenza da Bologna ed arrivo previsto e allestito all’Arena di Verona, dopo le 21 tappe stabilite.

La data imminente della competizione ciclistica ha già attivato la contrattazione Rai-RCS Sport sui diritti televisivi per la trasmissione delle gare, così come per quanto riguarda la storica Milano-Sanremo, alla sua centodecima edizione, e in partenza il 23 marzo. Numerosi, a questo proposito, sono i campioni di ciclismo che fanno ormai parte dell’immaginario collettivo, dal compianto Marco Pantani fino, tornando indietro, a Fausto Coppi.

Alcuni sono stati celebrati in film e fiction, come lo stesso Fausto Coppi, impersonato nel 1995 dall’attore Sergio Castellitto, mentre altri sono i protagonisti di famose canzoni, dal “Bartali” di Paolo Conte al “Costante Girardengo” di Francesco De Gregori.

Ma l’attenzione degli appassionati di ciclismo ha anche altre forme, come ad esempio le numerose manifestazioni ad esso dedicate in ambito nazionale, a partire dal “Bike Up”, il più importante festival della bici elettrica presente in Italia.

Anche gli amanti delle scommesse su questo sport possono contare sull’iniziativa dei bookmakers in ambito ciclistico: basta infatti affidarsi ai migliori siti di scommesse italiani per avere a disposizione la possibilità di puntare su varie competizioni, dal Giro d’Italia al Tour de France, fino alla Vuelta di Spagna.

 

 

 

Le ultime tendenze del ciclismo

 

passione-bici-ciclismo

 

Poiché si tratta di uno sport che appassiona gli italiani da sempre, non possono mancare le tendenze del momento, indipendentemente dalla pratica agonistica della disciplina.

A questo proposito, e a dimostrazione di un interesse via via crescente, un grande successo è quello delle bici elettriche, dalle manifestazioni ad esse dedicate fino alle sperimentazioni tecniche sul campo, come ad esempio la bici elettrica in versione “sidecar”, che consente di portare in sella anche i bambini e che è stata recentemente presentata dall’azienda Bad Bike al Salone Internazionale della Nautica di Napoli.

Anche il Cosmobike Show veronese è un evento di eccellenza del settore, nel quale, ai “Green Road Award”, è stata di recente premiata la Ciclovia del Fiume Oglio come la più bella d’Italia, dopo la via Claudia Augusta del Trentino e la via delle Sorgenti della Campania, mentre il tradizionale premio della Stampa è andato all’Alta Via dei Monti Liguri. La motivazione del premio è legata a vari fattori, che vanno dalla cura e alla manutenzione del percorso fino alle giuste segnalazioni per i turisti e per gli avventori.

Dalle montagne alla pianura si tratta di un percorso alla portata di tutti, che attesta e sancisce la trasversalità di questo sport, il quale permette di appassionarsi ad esso grazie anche alla scoperta delle meraviglie del territorio circostante e della natura.

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA