Le traversate a nuoto in acque libere più difficili (e belle) al mondo

Alcatraz Swim. Avete presente Fuga da Alcatraz? Ecco, il penitenziario è quello, e il braccio di mare che lo separa da San Francisco non è nemmeno proibitivo, visto che parliamo di circa 2,5 km. Ma se i 3 prigionieri scappati nel 1962 e protagonisti del film con Clint Eastwood non sono stati mai trovati un motivo ci sarà: correnti fortissime, onde ballerine, acque gelide e un certo traffico di navi che vanno e vengono dalla baia di San Francisco rende il brivido dell'evasione al limite dell'impossibile. www.sharkfestswim.com

C’è il nuoto in piscina, e c’è quello in acque aperte: mare, laghi e specchi d’acqua assortiti che in alcune occasioni possono diventare delle vere e proprie sfide da ironman. O da uomo che non deve chiedere mai, nemmeno se intorno a te, in acqua, ci sono correnti gelide, squali o ghiaccio. Alcune sono vere e proprie gare, altre semplici sfide individuali, alcune invece delle vere imprese da fuori di testa. Eccole.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA