Cellulite: come eliminare gli inestetismi con il nuoto

Nuoto e cellulite: come eliminare gli inestetismi in piscina

Eliminare la cellulite con il nuoto è possibile? Il disturbo più odiato da tutte le donne non è mai facile da eliminare, ma il nuoto, come alcuni altri sport, può essere efficace nel diminuire la ritenzione idrica ed eliminare gli inestetismi della pelle. Ma per risolvere i problemi di cellulite in piscina non servono solo vasche nei diversi stili di nuoto ma anche attività altre acquatiche varie. Scopriamo dunque insieme se è possibile eliminare la cellulite con il nuoto con l’aiuto della Personal Trainer Paola Brandellero.

Pubblicità

Il nuoto più aiutare a combattere la cellulite?

“Il nuoto, così come ogni attività sportiva, aiuta a contrastare la ritenzione idrica e la cellulite”, conferma l’allenatrice. “Nel nuoto il corpo è posizionato in maniera orizzontale e quindi non è soggetto a pressione su punti specifici: questo permette di coinvolgere in modo armonioso tutta la muscolatura. Inoltre, l’acqua permette di creare un piccolo idromassaggio, migliorando così la microcircolazione ed evitando il ristagno dei liquidi”. Affinché sia più efficace, e per attenuare gli accumuli di cellulite, “occorre pensare al nuoto come una vera attività aerobica, ovvero uno sforzo moderato per un periodo di tempo prolungato”.

Quali stili di nuoto aiutano di più a eliminare la cellulite?

Ogni stile ha i suoi benefici. “Lo stile libero è il più praticato e coinvolge muscolarmente sia la parte superiore che la parte inferiore del corpo”, spiega Brandellero, “e l’alternanza delle bracciate fa in modo che gli arti superiori traggano beneficio dal movimento. Sappiamo per esempio che anche la parte interna delle braccia spesso è deposito di cellulite. Oltre a ciò, l’attività delle gambe sollecita i glutei e li tonifica. Infine lo stile libero è particolarmente indicato per combattere la cellulite anche per via della respirazione profonda”.

Ma ci sono anche altri stili di nuoto che si possono fare

“Il dorso rinforza gambe e glutei. La rana invece, grazie a movimenti ampi e circolari, favorisce la coordinazione. In immersione occorre dare una forte spinta con le gambe, il cui interno sarà più allenato in questo stile. Chi fa Farfalla o Delfino, stili molto faticosi e sicuramente non adatti a chi si avvicina per la prima volta al nuoto, coinvolge maggiormente l’uso dell’addome, perfetto per contrastare la cellulite di pancia e punto vita. Se vogliamo concentrarci maggiormente sul lavoro delle cosce, muscoli quadricipiti e femorali, possiamo considerare l’utilizzo di attrezzature come le mini-pinne o la tavoletta: liberando le braccia dal dovere compiere uno sforzo, tutto il carico si concentra sugli arti inferiori”. E come sottolinea la trainer “per trarre i vantaggi da queste movenze serve costanza. Il consiglio è comunque quello di alternare gli stili così da ottenere risultati equilibrati e simmetrici”.

Con che frequenza nuotare per ridurre la cellulite?

Affinché sia più efficace, per attenuare gli accumuli di cellulite, l’attività aerobica va ripetuta almeno 3 volte la settimana per un minimo di 30 minuti. “Il motivo è semplice: una ventina di minuti di aerobica a ritmi intensi utilizzano come fonte di energia primaria gli zuccheri e non i lipidi. I meccanismi metabolici responsabili dello smaltimento dei grassi si attivano dopo circa trenta minuti di attività fisica”.

Non solo nuoto: quali altre attività acquatiche contrastano la cellulite?

Se a nuotare da soli ci annoia oppure non si è abili nuotatori, abbiamo la possibilità di svolgere altri sport anch’essi efficaci e divertenti. “Durante una lezione di Acquagym per esempio si svolgono esercizi mirati per la tonificazione di tutto il corpo; l’Hydrobike consiste in nient’altro che gli stessi esercizi dello spinning eseguiti su una speciale bici e con il corpo sott’acqua: utilizzando la forza contrastante dell’acqua è un vero portento per gambe e glutei. Infine consiglio Acqua Fitcross, ovvero il Crossfit sott’acqua. In questo caso non deve mancare la forza fisica, altrimenti non si riescono a raggiungere determinati livelli. Se si conosce il Crossfit, si sa che vengono effettuati vari tipi di esercizi combinati, con l’aiuto di attrezzi, senza alcuna pausa e con grande velocità e coordinazione. Questo sport allena tutto il corpo e fa dire addio alla cellulite”.

Foto di Rolando Marin da Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità