5 motivi per portare i bambini a fare un’escursione nel Parco Naturale dell’Aveto

Il lupo appenninico

Nei boschi di faggi, querce, olmi e carpini si è creta una notevole biodiversità. Nel parco vive il lupo appenninico, che dopo anni è tornato a auto-popolare la zona. Così come il capriolo, sua preda naturale. Si possono incontrare anche volpi, cinghiali, scoiattoli, tassi, faine, lepri, rapaci come l'aquila reale, la poiana e il gheppio e molte altre specie di volatili e anfibi.

Wikipedia/Luigi97

Nascosto nell’entroterra genovese, il Parco naturale regionale dell’Aveto è un piccolo paradiso outdoor di 3mila ettari, dove vivere in mezzo a una grande varietà di flora e fauna. Si sviluppa su un’altitudine di 1600-1800 msl, è poco conosciuto, selvaggio. In poco spazio offre una varietà impressionanti di ambienti diversi, una fauna ricca (è tornato il lupo appenninico) e succulenta tradizione gastronomica.
È una meta per amanti del trekking, dell’osservazione della natura, della buona tavola e, grazie alle strade asfaltate e sterrate, degli appassionati di mountain bike e moto.

> Leggi anche: Into the Wild in Italia: viaggio nelle aree più remote e selvagge

©RIPRODUZIONE RISERVATA