7 motivi per cui una ciliegia tira l’altra

Tenerine, duracine, amarene, marasche, visciole: chiamatele con il loro nome, chiamatele come volete, ma sono sempre ciliegie, e se è vero che una tira l’altra è perché sono davvero buone, ma soprattutto fanno davvero bene alla salute. In particolare ora, nel periodo da maggio a luglio, che è la stagione della loro maturazione e sono più ricche di proprietà nutritive per il nostro organismo. Ottime a colazione, come spuntino da portare con voi in ufficio, volendo anche come sostitutivo di un pasto se preferite restare leggeri, le ciliegie hanno tanti buoni motivi per farsi mangiare. Eccoli:

Le ciliegie sono ricche di vitamina C e A, che innalzano le difese immunitarie.

> Leggi anche: Dalla A alla K cosa sono e a cosa servono le vitamine

Come le fragole, le ciliegie contengono acido folico, utile a regolare il sistema nervoso, come sanno le donne in gravidanza.

> Leggi anche: Fai sport? Mangia le fragole

Come tutti i frutti rossi, le ciliegie contengono antocianidine, delle molecole della famiglia dei flavonoidi che hanno potere antiossidante e proteggono dai radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento delle cellule.

> Leggi anche: Neri, rossi, blu: i benefici dei mirtilli a seconda del loro colore

Le ciliegie hanno anche un potere antinfiammatorio: secondo una ricerca del Western Human Nutrition Research Centre è sempre la presenza delle antocianidine che abbassa il livello di acido urico e aiuta a combattere le infiammazioni articolari come l’artrite.

> Leggi anche: Fare 6 mila passi al giorno salva dall’artrite alle ginocchia

Le ciliegie, come tutti i frutti aciduli, migliorano anche la digestione, stimolando la secrezione di succhi gastrici. Per lo stesso motivo, una dose superiore alla ventina di frutti può anche risultare troppo lassativa, e comunque la loro acidità è sconsigliata a chi soffre di gastriti o addirittura ulcere.

> Leggi anche: 7 modi per riuscire a mangiare più fibre

Le ciliegie sono anche ricche di fibre solubili, utili a tenere sotto controllo gli stimoli della fame; sono per l’86% composte di acqua, quindi aiutano a idratare l’organismo, soprattutto nei giorni caldi; hanno un forte effetto depurante e disintossicante: 100 grammi di ciliegie contengono circa 280 milligrammi di potassio (più delle arance), che contrasta l’accumulo di sodio e favorisce la diuresi.

> Leggi anche: Meglio mangiare un arancia o berne il succo?

Le ciliegie proteggono anche la pelle dal sole, perché sono ricche di caroteni e sali minerali.

> Leggi anche: I rimedi naturali contro le scottature solari

©RIPRODUZIONE RISERVATA