Bere tè tutti i giorni, quali scegliere per avere benefici

bere-te-tutti-i-giorni-quali-scegliere-per-avere-benefici

Se vuoi bere tè tutti i giorni, devi sapere quali scegliere per avere i massimi benefici per la salute: le caratteristiche dei tipi principali di tè.
Il tè è indubbiamente il re degli infusi, viene gustato in molti paesi ed è una bevanda fondamentale per diverse culture e sistemi economici. Molte persone bevono ogni giorno una tazza di tè: non è apprezzato solo per il suo gusto ma anche per i suoi molteplici benefici per la salute e la sua ampia varietà di nutrienti; è l’accompagnamento ideale per la colazione, la merenda o semplicemente per un pomeriggio piacevole di lettura e relax.

Bere una tazza tè tutti i giorni, caratteristiche e benefici

Il tè è un infuso gustoso, ricco di vitamine e minerali e con pochissime calorie, rappresenta una fonte importante di antiossidanti, nutrienti che hanno il compito di combattere i radicali liberi, ossia le molecole che ossidano le cellule e le fanno invecchiare. Inoltre il tè contiene altri componenti bioattivi come i tannini, che hanno un effetto astringente e altre sostanze come le catechine, dalle proprietà antinfiammatorie e antitumorali: queste proprietà sono state riconosciute in particolar modo al tè verde.

Inoltre contiene caffeina, un alcaloide indispensabile per molte persone per poter iniziare la giornata al meglio, tuttavia la caffeina del tè viene assorbita nel corso della giornata, per cui il suo effetto non svanisce rapidamente. Una tazza di tè al mattino fornisce un apporto di energia che dura per ore, nonostante contenga meno caffeina rispetto al caffè.

Bere tè tutti i giorni, quali scegliere per avere benefici

Esistono molti tipi di tè, ognuno con le proprie caratteristiche e sapori. Gli esperti di www.nutritienda.com hanno raccolto le caratteristiche dei tipi di tè consumati in Italia, affinché tu possa scegliere il tipo di tè di cui hai bisogno oggi.

Tè nero

Il colore ambrato e il suo gusto intenso lo rendono uno dei tè più apprezzati: è l’opzione ideale per iniziare la giornata, soprattutto per chi desidera ridurre il consumo di caffeina senza dover rinunciare a un apporto extra di energia. Una tazzina di caffè contiene dai 65 ai 175 mg di caffeina mentre una tazza di tè nero, tra quelli con la maggiore quantità, ne contiene circa 50 mg. Il caffè ti riattiva in modo rapido ma il suo effetto svanisce presto mentre una tazza di tè rilascia la caffeina nell’arco della giornata, per cui l’effetto energetico dura più a lungo.

Il tè nero si differenzia dalle altre varietà perché è quello più ossidato: i principali componenti attivi del tè sono i flavonoidi, composti fenolici dall’azione antiossidante. Il tè nero si distingue per il suo contenuto di teaflavine.

Tè rosso

Questo tipo di tè ha un colore rossastro, un sapore terroso e si differenzia dalle altre varietà per la sua preparazione speciale. Per diversi anni le grandi foglie di tè vengono immagazzinate e compresse in determinate condizioni, dove i microorganismi lo fermentano e trasformano il tè verde in tè rosso.

È noto per essere un grande alleato nei processi di perdita di peso. Questa bevanda non apporta calorie ed è l’alternativa perfetta alle bevande zuccherate.
Inoltre è un’opzione valida per aumentare l’assunzione di liquidi nel corso della giornata ed evitare in questo modo la ritenzione idrica. Per il suo contenuto di composti astringenti può essere gustato dopo i pasti per favorire una corretta digestione.

Tè verde

È fresco e leggero e in base al tipo di tè verde scelto, può avere un sapore dal tocco amaro.
È ricco di antiossidanti poiché contiene catechine, un gruppo di polifenoli dalle proprietà antinfiammatorie che contrastano l’azione dei radicali liberi, per questo motivo è presente in molti cosmetici di bellezza, soprattutto quelli specifici per la pulizia delle pelli grasse o a tendenza acneica, perché esercita un’azione purificante e detergente.tazza-di-te

Come il tè rosso, il tè verde aiuta ad aumentare l’assunzione dei liquidi ed è utile per evitare la ritenzione idrica; inoltre riduce l’assorbimento del colesterolo e previene l’ostruzione e la rigidità delle arterie, per cui migliora la salute cardiovascolare.
Il suo contenuto di caffeina lo rende una bevanda leggermente stimolante, favorisce il consumo di energia e di conseguenza aiuta a bruciare più grassi, purché questo consumo sia accompagnato da abitudini salutari.

Tè bianco

Tra queste quattro varietà è quella dal gusto più delicato, per cui è l’opzione ideale per chi vuole iniziare a consumare questa bevanda o per chi non ama particolarmente gli infusi.
È una delle varietà con la maggiore quantità di antiossidanti, per cui è un ingrediente utilizzato nei prodotti di bellezza, infatti è conosciuto come il “tè della bellezza”. Il tè bianco contiene sostanze antinfiammatorie, aiuta a mantenere una buona salute dentale e non macchia i denti.

Leggi anche

 

Come scegliere il tè più adatto

1. Non rinunciare al tè a causa della caffeina

La caffeina rappresenta un vantaggio per molte persone ma è un inconveniente per molte altre: chi soffre di insonnia o nervosismo tende a evitare il tè per paura di soffrirne le conseguenze.
Esistono molteplici opzioni decaffeinate sul mercato, per cui non ci sono scuse per non assaporare una buona tazza di tè.

2. Attenzione agli eccessi

Allo stesso tempo si raccomanda di non superare le tre tazze al giorno, dopo tutto, eccedere con la caffeina può causare insonnia e irritabilità in alcune persone. È importante sapere quando il nostro corpo ha bisogno di un po’ di tranquillità e optare per le opzioni decaffeinate se necessario.

Nella stessa ottica dobbiamo stare attenti allo zucchero: molte persone bevono il tè amaro ma altre lo preferiscono zuccherato. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di ingerire una quantità massima di 25 grammi di zucchero al giorno (un cucchiaino corrisponde a 5 grammi); è possibile optare per altri tipi di edulcoranti come la stevia o la saccarina.

3. Combina i gusti e prova le varietà

All’interno di ogni varietà esistono molti tipi: il tè verde marocchino (al gusto delizioso di menta), il tè nero Earl Grey (dal tocco agrumato), il tè matcha (intenso e con un retrogusto erbaceo e vegetale)… ognuno di essi ha sfumature diverse per cui l’ideale è provarli fino a trovare l’opzione perfetta per noi, inoltre possiamo combinarlo con altri alimenti come il limone, lo zenzero, il miele…non solo arricchiremo il suo sapore ma aumenteremo l’apporto di nutrienti.

4. È molto più di un infuso

Il tè è anche un ingrediente usato in pasticceria (ad esempio, per la preparazione di una ciambella al limone e tè matcha o al gusto di cacao e tè nero). Grazie ai suoi benefici antiossidanti è molto utile per combattere l’invecchiamento: oltre ad essere un ingrediente abituale di molti prodotti di bellezza (saponi, idratanti…) non può mancare tra gli ingredienti delle maschere per il viso fatte in casa. Puoi preparare, per esempio, una maschera a base di infuso di tè verde e farina di avena, per ridurre il sebo in eccesso e rimuovere le impurità della pelle grassa.
Foto di Maria Tyutina, Pexels e Andrea Piacquadio, Pexels

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...