Decreto Milleproroghe, arrivano nuove regole per i monopattini elettrici

Decreto milleproroghe, arrivano nuove regole per i monopattini elettrici

Con l’approvazione alla Camera del Decreto Milleproroghe, arrivano nuove regole per i monopattini elettrici (sia a noleggio, sia di proprietà). Dopo i mesi della sperimentazione che hanno portato incertezze e vuoti normativi, la regolamentazione sulla circolazione di questi mezzi così in voga sta finalmente raggiungendo una situazione stabile, chiara e facilmente comprensibile da tutti. Le novità previste dal Milleproroghe 2020 riguardano principalmente l’età minima per guidare i monopattini (14 anni), la velocità massima (25 chilometri orari) e le modalità di circolazione. Vediamole meglio.

Dalla sperimentazione all’equiparazione con le biciclette

Il lungo procedimento per regolamentare la circolazione dei monopattini elettrici è partito con la sperimentazione voluta dall’ex Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli. Questa sperimentazione (che prevedeva una serie di regole) doveva essere richiesta dai singoli comuni e aveva una durata di minimo un anno e massimo due anni.
La svolta che ha reso decisamente meno torbida la situazione è avvenuta a fine dicembre 2019, quando è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale una legge che ha equiparato i monopattini elettrici alle biciclette e che ha dato il via libera alla loro circolazione in tutta Italia. Non solo, quindi, nelle città che hanno aderito alla sperimentazione, alla quale erano connessi dei costi (segnaletica, brochure per i cittadini) insostenibili per alcune casse comunali.
>> LEGGI ANCHE: I 6 migliori monopattini elettrici per il rapporto qualità prezzo 

Decreto Milleproroghe, arrivano nuove regole sui monopattini elettrici

Dopo quella legge, però, non sono mancate le proteste di chi (all’opposizione) avrebbe voluto tornare ai limiti delle sperimentazioni. Nonostante ciò, il Parlamento e il Governo non hanno fatto passi indietro e si sono accordati per elaborare nuove norme definitive sui monopattini elettrici, senza limitarne la circolazione e senza complicare la vita ai comuni.
Queste regole sono contenute nel Decreto Milleproroghe 2020, il maxiemendamento che è stato approvato dalla Camera dei Deputati il 19 febbraio (315 voti a favore, 221 contrari e 1 astenuto). Nel caso in cui anche il Senato dovesse approvarlo il 25 febbraio (un fatto che pare scontato), il contenuto del decreto diventerà legge entro fine mese. Salvo imprevisti, dunque, è fatta.

L’età minima per guidarli e la velocità massima

La prima novità del Decreto Milleproroghe riguarda il fatto che i monopattini elettrici potranno essere guidati solamente dai 14 anni in su, con casco obbligatorio fino ai 18 anni e il divieto di portare passeggeri e/o di farsi trainare da un altro veicolo. Questi mezzi avranno la possibilità di circolare solamente sulle piste ciclabili, sulle extraurbane (dotate di piste ciclabili) e sulle strade urbane contraddistinte dal limite dei 50 chilometri orari.
La nuova velocità massima è di 25 chilometri orari, mentre nelle aree pedonali il limite è fissato a 6 chilometri orari. Essendo equiparati alle biciclette, i monopattini elettrici non possono circolare sui marciapiedi. Invariato il limite della potenza, ossia 500 watt.
>> LEGGI ANCHE: 9 cose da sapere prima di comprare un monopattino elettrico 

Circolazione in fila indiana e giubbotto retroriflettente

Un’altra novità consiste nell’obbligo di circolare in fila indiana nelle strade più strette. Nelle carreggiate più larghe, però, ci si può affiancare anche a un altro conducente (oltre i 2 scatta la multa). Dalla mezz’ora successiva al tramonto, inoltre, c’è l’obbligo del giubbotto retroriflettente, oltre che delle luci anteriori e posteriori (già necessarie in precedenza).
Come spiega ‘DMove.it’, il Milleproroghe 2020 non prevede più la confisca (a meno che il mezzo non abbia un motore termico) e la distruzione del veicolo in caso di gravi infrazioni. Rimangono, però, le multe salate: dai 50 ai 400 euro.
A differenza dei monopattini, che ora si possono utilizzare liberamente in ogni angolo d’Italia, gli altri mezzi di micromobilità (segway, hoverboard) devono circolare solamente nelle città dove è ancora attiva la sperimentazione inizialmente prevista da Toninelli.

 

LEGGI ANCHE

Ebike, come funziona e come si guida la bici elettrica

Bici elettrica e codice della strada: la normativa in Italia

L’isola d’Elba in ebike: il Monte Calamita

Le più belle piste ciclabili del Trentino

Le più belle piste ciclabili della Lombardia

Bici elettrica pieghevole: come sceglierla e quanto costa

La bici elettrica economica esiste: le occasioni da non perdere

6 consigli per comprare una MTB elettrica

Come si guida una MTB a pedalata assistita

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA