Giulio Gallera e la corsa fuori dal proprio Comune: la gaffe dell’assessore lombardo

Giulio Gallera

Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia, ha pubblicato su Instagram un post che sta facendo nascere parecchie polemiche. “Oggi 20 km lungo il naviglio martesana – la maratona è maestra di vita – stringere i denti e non mollare mai”, scrive l’ex consigliere regionale dopo un allenamento lungo la pista ciclopedonale del Naviglio Martesana.
Il tratto milanese del Naviglio Martesana, però, è ben più corto di 20 chilometri, perciò si tratta di una palese violazione del Dpcm anti-Covid che vieta di uscire dal Comune per fare sport. Le foto del post, inoltre, confermano questo suo mancato rispetto della regola valida per le zone arancioni e le zone rosse: in un’immagine, Gallera si trova a Cassina de Pomm, dove finisce il Naviglio nel comune di Milano (all’altezza di via Melchiorre Gioia); in un’altra immagine, invece, l’assessore è nel tratto di Martesana che è fuori dal Comune di Milano, più precisamente all’altezza dei Comuni di Cernusco sul Naviglio / Vimodrone. Dunque, indipendentemente dal suo indirizzo di residenza o domicilio (non sappiamo se a Milano o nell’hinterland), l’assessore lombardo e i suoi compagni di allenamento hanno varcato dei confini comunali.
In più, Giulio Gallera è assieme ad altre persone, e in teoria l’attività sportiva si può praticare solamente in forma individuale e mantenendo la distanza interpersonale di almeno 2 metri. Quindi siamo a due norme del Dpcm violate. Per quanto riguarda l’uso della mascherina, è possibile non utilizzarla durante lo sport (anche se, per buon senso, avrebbero potuto indossarla). Insomma, un post non particolarmente furbo per il contestatissimo assessore milanese.

Pubblicità

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giulio Gallera (@giuliogallera)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità