Sci in zona arancione, quando e come si potrà andare sulle piste?

sci-zona-arancione-cosa-fare

Da giorni ci chiediamo come sarà lo sci questo inverno, soprattutto in zona arancione e rossa, se si potrà andare sulle piste prima o dopo Natale, se gli impianti riapriranno e come verrà gestita la sicurezza in questo momento di pandemia da Coronavirus. Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Calabria, provincia di Bolzano e Alto Adige sono le regioni in zona rossa ad alto rischio Covid che almeno fino al 7 dicembre saranno le più colpite nella stagione sciistica 2020-2021 in partenza.
Qui abbiamo analizzato i temi sul tavolo: la prossima settimana uscirà il documento definitivo sul tema, ma la strada sembra segnata: niente sci in zona rossa, mentre le regioni in zona arancione potranno dare il via alla stagione sciistica, seppure con alcune limitazioni.

Sci in zona arancione, quando e come si potrà andare sulle piste?

A quanto sembra, dalla bozza del documento sugli impianti sciistici che verrà discusso fra le Regioni lunedì 23 novembre e poi inviato a Governo e Cts prevede la chiusura degli impianti di sci amatoriale nelle zone rosse. Saranno aperti invece gli impianti delle zone arancioni, ma con restrizioni sulla portata delle funivie e cabinovie, che sarà limitata al 50% dei passeggeri. Valgono comunque le regole relative agli spostamenti interregionali, perciò nelle zone arancioni
Si legge sul documento:

Per i territori rientranti nello scenario di cui all’articolo 3 del Dpcm [cioè le zone rosse] gli impianti resteranno chiusi alla fruizione degli sciatori amatoriali; per i territori rientranti nello scenario di cui all’articolo 2 del Dpcm [le zone arancioni] sopra richiamato gli impianti resteranno attivi con riduzione di portata pari al 50% per le tipologie chiuse (cabinovie, funivie), ferme restando le limitazioni agli spostamenti previste dal medesimo art. 2 del citato Dpcm

L’obbligo di portare la mascherina permane, come da regole del Dpcm di novembre:

Per le cabinovie, riduzione al 50% della capienza massima del veicolo ed uso obbligatorio di mascherina chirurgica anche eventualmente opportunamente utilizzata inserendola in strumenti (come fascia scalda collo) che ne facilitano l’utilizzabilità

Cosa succede in caso di problemi meteo

Il documento prevede anche i casi di problemi meteo:

Per la discesa a valle in caso di eventi atmosferici eccezionali (ad esempio temporali), ed al fine di evitare o limitare assembramenti di persone presso le stazioni a monte, è consentito per il tempo strettamente necessario l’utilizzo dei veicoli a pieno carico, sempre nel rispetto d’uso di mascherina chirurgica anche eventualmente opportunamente utilizzata inserendola in strumenti (come fascia scalda collo) che ne facilitano l’utilizzabilità

Seggiovie in zona arancione con capienza massima

Se il limite dei passeggeri si applica a funivie e cabinovie, sulle seggiovie invece la capienza potrà essere quella solita, con obbligo di mascherina:

Nel caso delle seggiovie, portata massima al 100% della capienza del veicolo con uso obbligatorio di mascherina chirurgica anche eventualmente opportunamente utilizzata inserendola in strumenti (come fascia scalda collo) che ne facilitano l’utilizzabilità

Skipass limitati

Il documento a cura delle regioni concordato con impiantisti e esercenti funiviari, spiega che in ogni caso va limitato il numero di sciatori sugli impianti, da stabilire in base alle dimensioni e capienze delle singole aree sciistiche:

Quale misura preliminare, è necessario limitare il numero massimo di presenze giornaliere mediante l’introduzione di un tetto massimo di skipass giornalieri vendibili, determinato in base alle caratteristiche della stazione/area/comprensorio sciistico, con criteri omogenei per Regione o Provincia Autonoma o comprensorio sciistico da definire successivamente, sentiti anche i rappresentanti di categoria, concordati con i Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Locali competenti per territorio

Aspetteremo dunque notizie più dettagliate dalle Regioni per capire come e quanto potremo sciare.

©RIPRODUZIONE RISERVATA