Perché il TRX è un allenamento che funziona

Perché il TRX è un allenamento che funziona

Hanno cominciato a usarlo nelle palestre di allenamento funzionale, cose tipo Crossfit, military fitness e simili. Poi è spuntato anche tra gli allenamenti di moda nei centri fitness più tradizionali e ora ormai non è raro vedere qualcuno che con il TRX si allena anche all’aperto, per esempio al parco. Solo moda o il TRX è un allenamento che funziona?

Cos’è il TRX

Il TRX è lo strumento, detto anche Suspension Trainer, grazie al quale è possibile fare un numero potenzialmente infinito di esercizi di fitness, muscolazione e allenamento funzionale. Il TRX Suspension Trainer si compone di due tiranti che si uniscono a un gancio da fissare a un punto fisso, e da due maniglie che permettono di vincolare i piedi o le mani. È uno strumento d’allenamento che sfrutta il peso del corpo e la forza di gravità per eseguire esercizi di fitness e allenamento aumentando o diminuendo lo sforzo a seconda del proprio livello di preparazione.

> Leggi anche: I nuovi esercizi di fitness da provare nel 2017

Come funziona un allenamento con il TRX

Come detto l’allenamento con il TRX è senza sovraccarichi ma sfrutta il peso del corpo e la forza di gravità. Per allenarsi con il TRX occorre fissare il moschettone e i due tiranti a un punto fisso, che può essere un gancio su una parete o al soffitto, una barra vincolata al muro oppure in alcuni modelli anche lo stipite della porta. Fissato il punto si possono impugnare i manubri per eseguire esercizi con le braccia, per esempio piegamenti, tirate come i rematori, croci, dip come alle parallele ma anche squat o affondi a una gamba; oppure si possono fissare i piedi nelle maniglie ed eseguire esercizi come i piegamenti sulle braccia, gli addominali e i dorsali e altre variazioni sia isometriche che dinamiche.

> Leggi anche: I vantaggi dell’usare la Swiss Ball

Perché è utile l’allenamento con i TRX

L’allenamento con i TRX è un ibrido tra gli esercizi a catena cinetica aperta e quelli a catena cinetica chiusa: è vero infatti che le mani o i piedi sono vincolati alle manopole, come negli esercizi a catena cinetica chiusa, e tuttavia il vincolo non è fermo ma anzi crea ulteriore instabilità e disequilibrio. Questa instabilità dell’appoggio si può modulare a seconda del proprio livello di preparazione e soprattutto agisce sul reclutamento delle fibre muscolari a un livello decisamente più profondo: fare dei push-up con i piedi nelle maniglie del TRX è decisamente più allenante e fatico che eseguirli nel modo tradizionale, con mani e piedi a terra. E questo vale per qualsiasi esercizio si voglia immaginare. Il reclutamento più profondo ed efficace delle fibre muscolari come prima cosa trasforma qualsiasi esercizio con il TRX in un vero e proprio allenamento full body; in secondo luogo agisce soprattutto sul core, il corsetto addominale, che è il centro da cui parte tutta la muscolatura e funziona da punto di equilibrio di ogni movimento; infine aumenta la resistenza muscolare, che è il requisito iniziale di qualunque programma di allenamento.

> Leggi anche: La differenza tra esercizi a catena cinetica aperta e chiusa

Come ci si allena con il TRX

Il TRX è uno strumento sempre più popolare perché permette a chiunque di allenarsi variando continuamente la tipologia di esercizi: certo è importante conoscere un po’ di principi di allenamento, oppure ci si può far seguire da un personal trainer. Qualunque esercizio può essere variato a piacere sia nel modo in cui viene eseguito che nel carico allenante, permettendo di superare l’ostacolo maggiore di qualunque piano d’allenamento: la noia.

Inoltre il primo vantaggio assicurato dagli esercizi con il TRX è un miglioramento esponenziale della propriocezione e del controllo del corpo nello spazio. Man mano che migliorano le doti di forza, resistenza e controllo del corpo si può aumentare la difficoltà degli esercizi secondo 3 semplici principi d’allenamento.

> Leggi anche: Perché è meglio allenare gli addominali con le tenute a ponte

Variare l’angolo

Più l’angolo formato dal corpo con i tiranti ha un grado basso e più difficile e faticoso è l’esercizio. Prendiamo per esempio le tirate sul modello del rematore: se il TRX è fissato a un gancio alla parete o allo stipite della porta e si posizionano i piedi lontano dal muro meno fatico sarà l’esercizio; più i piedi sono vicino alla parete e più faticoso sarà l’esercizio.

Variare l’instabilità

Conseguenza del punto sopra, più si aumenta l’instabilità e più l’esercizio diventa faticoso e allenante. Sempre nell’esempio del rower con il TRX, eseguirlo a piedi larghi è meno faticoso che eseguirlo in appoggio solo su un piede.

Cambiare la distanza delle maniglie dal proprio corpo

Allo stesso modo più le maniglie sono vicino al corpo e lontane dal punto di fissaggio e più l’esercizio diventa faticoso e allenante; viceversa per il contrario. Ovvero, nell’esercizio del rematore: se si potesse spingere i piedi oltre il limite perpendicolare della parete, per esempio perché c’è una porta aperta, l’esercizio diventa ancora più stimolante.

Esercizi con il TRX

Qui trovi 15 esercizi con il TRX per le braccia,

> Leggi anche: 17 modi diversi per fare i piegamenti sulle braccia

Quanto costa un TRX Suspension Trainer

Il TRX Home Kit originale costa circa 240 euro; in vendita ci sono anche modelli di altri marchi dal prezzo anche sensibilmente inferiore.

> Leggi anche: Tutti i benefici del foam roller

©RIPRODUZIONE RISERVATA