Ingrassare aumenta il rischio di cancro

 

Tra la comparsa dei tumori e il sovrappeso o l’obesità c’è una relazione impossibile da ignorare: guadagnare peso e ingrassare aumenta il rischio di cancro: a confermarlo è un nuovo (e decisamente ampio) studio del Cancer Council of Victoria, secondo il quale chi aumenta di peso ha il 30-50% delle probabilità in più di contrarre un tumore rispetto alle persone che, nel corso della vita, mantengono un livello di peso regolare. La ricerca in questione ha messo in luce l’ennesimo effetto negativo e pericoloso di una vita sedentaria e caratterizzata da un’alimentazione insalubre.

 

 

Perché ingrassare troppo aumenta i rischi di cancro

Uno studio recente ha scoperto i meccanismi che spiegano perché ingrassiamo con l’età. Gli esperti hanno esaminato i dati relativi al peso e alla salute di circa 30mila adulti, che sono stati monitorati per 30 anni. Al termine del periodo di osservazione è stata analizzata la correlazione tra il BMI (indice di massa corporea) dei soggetti e la comparsa di tumori tipicamente causati (anche) dall’obesità, come quelli al pancreas, all’esofago, alla cistifellea e non solo. Molti studi passati si sono focalizzati sul legame tra cancro e problemi di peso, ma questa ricerca ha voluto concentrarsi sul passaggio da una situazione di normopeso al sovrappeso o all’obesità.
>> LEGGI ANCHE: Come bruciare i grassi correndo

L’impatto dell’obesità e del sovrappeso

Le persone che, durante il periodo di osservazione, sono ingrassate fino a diventare sovrappeso avevano un rischio più alto del 30% di contrarre 13 tipi di cancro rispetto ai soggetti normopeso. Questa percentuale, secondo i risultati, è salita fino al 50% negli individui obesi, contraddistinti da un BMI pari o superiore a 30. Gli esperti hanno spiegato che l’aumento del peso può incrementare il rischio di contrarre i seguenti tipi di cancro: esofago, seno, fegato, cistifellea e tiroide, pancreas, ovaie, mieloma multiplo, cardias gastrico, cancro endometriale.
Si tratta di risultati senza dubbio allarmanti e che hanno confermato gli studi passati sull’incidenza del sovrappeso o dell’obesità sulla comparsa del cancro: “Dopo il fumo e l’esposizione ai raggi solari, i più rilevanti fattori di rischio di cancro sono la mancanza di attività fisica, una dieta non sana e le dimensioni corporee. Con questo studio vogliamo sottolineare l’importanza di mantenere un peso ideale per tutta l’età adulta”, ha spiegato Roger Milne, direttore di epidemiologia del Cancer Council.

Calcolare l’indice di massa corporea

Gli autori dello studio hanno inoltre ribadito l’importanza di sapersi calcolare da soli l’indice di massa corporea, in modo tale da avere un’idea costante della propria forma fisica. Come si misura? Dividendo il peso (espresso in chilogrammi) per il quadrato dell’altezza (espressa in metri) come indice indiretto di adiposità. Un BMI compreso tra 16 e 18,49 indica una situazione di sottopeso, da 18,50 a 24,99 normopeso, da 25 a 29,99 sovrappeso, da 30 a 34,99 obesità di classe 1, da 35 a 39,99 obesità di classe 2. Per avere informazioni ancora più precise sulla propria forma fisica, inoltre, bisognerebbe calcolare la massa grassa e la massa magra, ma in questo caso è più opportuno rivolgersi a un bravo dietologo.
>> LEGGI ANCHE: Ecco come e quanto varia il nostro peso nell’arco di una giornata 

 

Foto di copertina: jarmoluk / Pixabay

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA