Come scegliere l’anguria più buona

Come scegliere l’anguria più buona

Estate, caldo, relax e un bel cocomero. Che però a volte può anche sapere di poco, se non niente. Ma come fare a scegliere l’anguria più buona? Quando si tratta di comprare l’anguria intera ogni famiglia ha i propri riti e miti per prendere quella più gustosa, dolce e ricca di acqua.

Come scegliere l’anguria più buona

Scegliere l’anguria giusta può essere un vero lavoro, ma con alcuni consigli molto semplici e molto pratici sarai sicuro di portare a casa il miglior cocomero sul mercato.

1. Sceglila femmina

Sì, hanno che angurie si distinguono tra maschi e femmine. I maschi sono più grandi, più voluminosi, di forma più allungata; le femmine sono tonde, più piccole e soprattutto più dolci. Cioè più buone.

2. Buccia scura

Sì, istintivamente siamo attirati da quelle belle bucce verde lucido, ma le angurie più buone sono quelle con la buccia verde scuro opaco, con le striature sottili e ravvicinate di colore crema, non bianco. Significa che la buccia è sottile e quindi una polpa più dolce e gustosa. Inoltre la buccia deve essere omogenea, senza tagli o crepe che significherebbero che durante la crescita non ha avuto regolarmente a disposizione acqua.

3. Più pesa meglio è

Non facile da fare a mano, ma se c’è una bilancia a portata di mano, a parità di dimensioni il cocomero più dolce è quello che pesa di più. Perché ha più acqua, e quindi è più maturo.

4. Picciolo piccolo, secco e ricciolo

Significa che l’anguria è stata raccolta nel perfetto momento della maturazione, ed è un buon indizio di bontà. Certo non sempre il picciolo è attaccato al frutto, ma se invece è dritto e peloso significa che il cocomero è stato colto troppo giovane.

Come scegliere l’anguria più buona

5. Una bella chiazza gialla intenso

La chiazza è la zona dove l’anguria ha appoggiato per terra, ed è nascosta alla luce del sole. Se non c’è o è giallo molto chiaro tendente al bianco significa che è stata colta troppo presto, quando ancora non aveva completato la maturazione e non sarà né dolce né succosa.

6. Il suono

Un’anguria buona è dolce e acquosa, e questo incide anche sul suono che si sente quando la si fa “cantare”. Basta darle un colpetto con le nocche delle dita o con la mano: se si sente un bel suono pieno, rotondo e cupo significa che è piena d’acqua, se invece il suono è strozzato allora significa che si tratta di un frutto ancora acerbo.

7. Rosso brillante

Se si acquista una singola fetta, o metà anguria come capita nei supermercati, il colore deve essere di un rosso brillante, con poche venature bianche e senza semi bianchi. I semi devono essere proprio neri.

Con questi semplici consigli e acquistando l’anguria al momento giusto, cioè nel pieno dell’estate, avrete sicuramente un frutto gustoso, fresco e dissetante da gustare.

LEGGI ANCHE: I 5 motivi per mangiare l’anguria in estate

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...

Il gelato fa ingrassare
Nessun Tag per questo post