La colazione prima di andare in piscina a nuotare

Non è sempre facile fare colazione prima di andare in piscina a nuotare, ma ci sono cibi energetici e digeribili più adatti di altri

La colazione prima di andare in piscina a nuotare

C’è molta gente che nuota al mattino presto, prima di cominciare a lavorare. E per loro, come per chiunque faccia sport, una delle domande è se fare colazione prima di andare in piscina oppure no. Un’ora di nuoto al mattino significa bruciare circa 500Kcal ma il nuoto, come la corsa e al contrario della della camminata e in parte del ciclismo, non favorisce una facile digestione. Tanto che molti atleti di alto livello il primo allenamento del mattino lo fanno quasi a stomaco vuoto. Quasi significa che bastano un caffè o del tè, e magari una galletta o due. Non una vera e propria colazione insomma. Ma loro sono atleti di alto livello appunto mentre una persona che va in piscina al mattino prima di andare al lavoro può non riuscire ad allenarsi a digiuno oppure avere altre necessità.

Pubblicità

La colazione prima di andare in piscina a nuotare

La colazione ideale prima di andare in piscina può essere molto simile a quella di chi va a correre, con un caffè o una tazza di altra bevanda calda come tè, infuso o tisana addolciti con del miele, delle fette biscottate o biscotti secchi con marmellata. Abbastanza per spezzare la fame e dare quel po’ di energia necessaria (il resto è immagazzinata dalla cena della sera prima). Ciò che è importante è la vera colazione dopo l’allenamento: dei cereali o muesli con yogurt o latte scremato, frutta fresca anche sotto forma di macedonia e degli altri carboidrati con proteine, tipo fette biscottate con crema da spalmare, o magari un toast, sono ciò che è indicato mangiare entro 30′ dalla fine dell’allenamento per favorire il recupero. Una colazione del genere ammonta a circa 650kcal.

>> Leggi anche: I muscoli che si sviluppano di più per ogni stile di nuoto

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Nessun Tag per questo post