L’acqua elettrolitica è tra i segreti della dieta di Tom Brady, il re del Superbowl

Oltre la leggenda: conquistato il settimo Superbowl della sua carriera con i Tampa Buccaneers, Tom Brady ne può vantare più di qualsiasi squadra di football americano della Nfl, dal momento che i New England Patriots (dove Brady ha giocato dal 2000 al 2019) e i Pittsburgh Steelers si fermano a 6 dal 1967 a oggi. Tra i segreti del 43enne quarterback (anche l’età lo relega nella storia dello sport) ci sono una maniacale attenzione per il riposo notturno,  una dieta per l’80% vegetariana, condivisa con la moglie e super-modella Gisele Bündchen, e la regolare assunzione di acqua elettrolitica.

Pubblicità

Cosa sono e a cosa servono gli elettroliti

Sodio, cloruro, potassio, magnesio e calcio sono i principali elettroliti che si trovano nei liquidi del nostro corpo e che contribuiscono a garantire le seguenti funzioni:

● Controllare l’equilibrio degli stessi liquidi all’interno dell’organismo.

● Regolare la pressione del sangue, anche e soprattutto sotto sforzo.

● Ottimizzare gli impulsi che determinano la contrazione muscolare, anche quella involontaria (a partire dal cuore).

● Mantenere una corretta acidità (pH) del sangue.

Perché bere acqua elettrolitica

L’acqua del rubinetto contiene di solito il 2-3% della quantità giornaliera raccomandata di elettroliti e anche quella in bottiglia non ne presenta una sufficiente quantità, specie se si fa una intensa attività fisica e si è quindi predisposti alla perdita di minerali con la sudorazione.

LEGGI ANCHE > Quanta acqua bere se fai sport

Una soluzione sta nel ricorso agli sport drink, che però a loro volta non bastano a coprire il fabbisogno giornaliero di queste sostanze. Da qui allora la necessità di una dieta ricca di vegetali (ricchi appunto di sali minerali) e, come nel caso di Tom Brady, la decisione di assumere regolarmente acqua “arricchita” con elettroliti. In commercio si trovano tantissimi integratori da sciogliere nella bottiglietta o nella borraccia, ma c’è anche la possibilità di farsi in casa la propria acqua elettrolitica.

Cosa mettere in infusione

Nel web si trovano tantissime “ricette” per prepararsi da soli una bottiglia di acqua elettrolitica. Di seguito, ecco alcuni alimenti che per la loro ricchezza in sali minerali si prestano particolarmente a essere combinati in infusione, in aggiunta al sale e al magnesio in polvere.

Agrumi: il succo di arancia, limone e pompelmo assicura alte dosi di potassio e calcio, oltre alla vitamina C, preziosa per l’efficienza del sistema immunitario.

Miele: ricco a sua volta di elettroliti, come dolcificante naturale è utile per controbilanciare il sapore aspro degli agrumi.

Zenzero: questa radice è ricchissima in sali minerali ed è particolarmente consigliata agli sportivi anche per le sue proprietà antinfiammatorie a tutto vantaggio di muscoli e articolazioni.

Credits foto: nfl.com

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità