Quattro abbinamenti alimentari che contribuiscono al nostro benessere

combinazione_alimenti

Gli scienziati hanno scoperto che alcune combinazioni alimentari possono avere un effetto sinergico e favorevole per la nostra salute. Quando avviene questa “contaminazione positiva” , i principi nutritivi vengono meglio assorbiti e questo è quello che viene chiamato effetto sinergico. Un effetto, che a lungo termine, produce benefici al nostro stato di salute.

Pubblicità

Ferro + vitamina C

Il ferro è un minerale importante per la memoria e per l’energia. La mancanza di ferro provoca anemia e una scarsa ossigenazione dei muscoli. Le carni rosse sono le migliori fonti di ferro, ma anche alcuni vegetali come spinaci, rucola e altre verdure sono ricchi di questo nutriente. Tuttavia il ferro di origine vegetale si assorbe meglio quando è consumato insieme alla vitamina C. A questo proposito è conveniente accompagnare piatti ricchi di ferro vegetale con alimenti ricchi di questa vitamina come succo di limone, d’arancia o altri tipi di agrumi.
>Leggi anche Dalla A alla K: cosa sono e a cosa servono le vitamine

Té verde + limone

Il tè verde è ricco di un tipo di antiossidanti conosciuto come polifenoli. I polifenoli, anche in questo caso, vengono meglio assorbiti dal nostro organismo  se accompagnati da vitamina C, che risulta in abbondanza nel limone. I polifenoli sono molto utili a livello cardiovascolare, aiutando a ridurre il colesterolo e a prevenire il cancro. Per questo motivo consumare il tè verde insieme al limone costituisce un supporto importante per la salute.
> Leggi anche Chi mangia frutta è più felice

Grassi sani + vitamina A

Tra le principali funzioni della vitamina A c’è quella di garantire il rafforzamento del sistema immunitario, essenziale come difesa dalle principali malattie. Si tratta di una vitamina liposolubile, che si assorbe meglio quando viene consumata insieme a grassi sani come quelli contenuti nell’olio d’oliva, nei frutti secchi, nell’avocado o nel pesce. Buone fonti di vitamina A sono gli alimenti “arancioni” come la zucca, le carote, il melone.
>Leggi anche 10 consigli per abbassare il colesterolo

Vitamina D + calcio

Il calcio è un principio nutritivo molto importante a livello di sistema nervoso e il suo consumo contribuisce sia al rendimento fisico, sia a quello intellettuale. La principale fonte di calcio sono i latticini, ma si trova anche nelle verdure come i broccoli, verdure a foglia, semi e frutti secchi. Anche in questo caso il suo assorbimento è ulteriormente facilitato se accompagnato da alimenti che contengono vitamina D come i tuorli d’uovo, pesce e alcuni tipi di funghi.
>Leggi anche La vitamina D migliora le nostre performance atletiche?

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità