Motivazione e sport: perché é così importante avere un obiettivo?

motivazione-e-sport-perche-e-cosi-importante-avere-un-obiettivo

Non si finisce mai di ricordare perché darsi un obiettivo é così importante nello sport.
Anni fa, un ragazzo di 20 anni chiese il mio aiuto per aumentare la sua autostima e migliorare le sue prestazioni sportive. Dopo le presentazioni e una chiacchierata per esporre il motivo della sua richiesta, gli ho chiesto quale fosse il suo obiettivo. Mi ribadì parola per parola quello che mi aveva appena detto all’inizio della seduta.
Così ho capito rapidamente che il problema non era l’autostima o la performance. A questo punto gli ho spiegato che darsi l’obiettivo, o meglio gli obiettivi, sono, senza dubbio, il primo passo da fare prima di intraprendere qualsiasi percorso. Abbiamo definito un traguardo con precisione tenendo conto delle sue aspettative, dei suoi desideri prima di iniziare a lavorare.
Terminata questa prima fase, mi ha detto che ero stato il primo a parlargli di obiettivi in modo preciso, chiaro e soprattutto a spiegargli come fare per elaborarli. “È molto semplice in realtà, quindi perché nessuno lo fa o lo insegna? In questo modo mi sento carico e motivato come mai prima!!!”.

Pubblicità

L’obiettivo finale é una destinazione

Questa storia, purtroppo molto comune, serve per spiegare quanto é importante aver a mente con chiarezza il punto e il posto in cui vogliamo arrivare. Definire un obiettivo risponde anche a dei parametri precisi e personalizzati. Eccoli.

L’obiettivo finale é una destinazione

Immaginate di organizzare una vacanza o un viaggio. La prima mossa é, sembra ovvio, dove vado?
Senza una meta non si tratta di un viaggio o una vacanza, ma un avventura. Mi piace l’avventura ma a livello professionale o sportivo é un approccio sbagliato.

L’obiettivo finale permette di definire le strategie

Una volta stabilito dove vogliamo andare, é necessario definire i mezzi a disposizione.
Nel caso del viaggio, devo decidere:
– vado a piedi, in bici, in auto, in aereo?
– vado da solo, in coppia, con un gruppo?
– preferisco organizzarmi da solo, appoggiarmi ad un esperto?
– quanto durerà questo viaggio?

L’obiettivo finale può essere suddiviso in obiettivi intermedi

In generale, l’obiettivo finale é a medio o lungo termine quindi diventa essenziale spezzarlo in obiettivi intermedi più piccoli.
Torniamo al nostro viaggio: se si tratta di un giro in bici probabilmente sarà breve e eseguito una volta sola. Invece, se opto per un viaggio lungo, dovrei stabilire delle tappe e organizzarmi di conseguenza. Dove fermarmi, dove alloggiare, che budget ho a disposizione.
Ogni step dà accesso al successivo e la tempistica deve essere rispettata. Se viaggio in aereo devo rispettare gli orari sia all’andata, sia al ritorno. Se sono in vacanza, devo tornare a lavorare una volta finita la vacanza. Così come nello sport.

L’obiettivo crea la motivazione

Sapere dove andare (Obiettivo) e come arrivarci (strategie) permette di avere gli stimoli giusti per superare le difficoltà o gli ostacoli che si possono mettere tra voi e la vostra destinazione.
Ecco, questi sono solo alcuni dei vantaggi che ci dà lo stabilire un obiettivo. L’obiettivo é la prima scelta da fare, che porta a tutte le altre scelte da fare per ottenere quello che vogliamo. Facilita la concentrazione focalizzando la nostra attenzione e le nostre energie verso il traguardo.

Yvan Bonnefoy é mental coach e sophrocoach. Specializzato nella preparazione mentale e gestione dello stress al servizio della performance. Insegna il proprio metodo e organizza seminari e workshop.
[Foto di Foundry Co da Pixabay]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità