Problemi agli occhi se stai al computer o sul cellulare: 6 consigli importanti

problemi-occhi-computer

I problemi agli occhi quando stiamo davanti al computer, o al cellulare o alla Tv sono un male comune sempre più diffuso, accelerato dalle conseguenze dalla pandemia, come smart working, didattica a distanza e incontri con gli amici su zoom.
Quanto tempo passiamo davanti agli schermi di cellulari, pc, tablet, tv? Tanto, oltre 9 ore al giorno in Italia. Con conseguenze pesanti per la salute degli occhi: occhi stanchi, astenopia, affaticamento oculare e altre sindromi ci colpiscono sempre di più. Tenere sotto controllo il tempo trascorso utilizzando dispositivi digitali, e usare accorgimenti quando non possiamo fare a meno degli schermi, è fondamentale. 

Pubblicità

I problemi agli occhi se stai al pc o sul cellulare: 6 consigli per prendersi cura degli occhi

Un nuovo studio di Lenstore ha analizzato il consumo digitale in 40 paesi per identificare quali dispositivi danneggino di più i nostri occhi.
La ricerca ha rivelato che, in tutto il mondo, le persone trascorrono in media 9 ore e 45 minuti al giorno a guardare schermi digitali. È stato rilevato inoltre che 3 medici su 4 e la maggior parte degli ottici concordano sul fatto che al giorno d’oggi vi siano più problemi di salute degli occhi rispetto a 10 anni fa, e il 19% dei medici afferma che l’uso eccessivo della tecnologia è la causa principale dei problemi visivi. Tutto ciò solleva la domanda: quali misure adottare per proteggere la vista nell’era del digitale?
>> LEGGI ANCHE: Dolori da mouse, ecco
 come rimediare

Quanto stanno davanti allo schermo gli italiani

Registrando oltre 14 ore al giorno a guardare gli schermi, le Filippine sono in cima alla lista dei Paesi con la popolazione più a rischio di problemi di salute degli occhi legati all’uso dei dispositivi digitali, battendo il Brasile di 45 minuti. Poi Tailandia, Sudafrica e Messico.

La ricerca ha rivelato che in media in Europa si trascorrono 9,01 ore al giorno esposti a schermi digitali. La Romania registra il maggior consumo digitale (10,90 ore sugli schermi al giorno), seguita dalla Polonia con 9,47 ore e dal Regno Unito con 9,27 ore.
L’Italia è al quarto posto, con oltre 9,16 ore al giorno, così divise: 2,42 di navigazione internet su celulare, 3,18 su computer, 3,07 ore davanti alla TV, 0,49 con i videogiochi.

Secondo lo studio, i computer hanno le conseguenze più gravi sulla salute degli occhi tra gli europei, seguiti da TV e telefoni cellulari. Tuttavia, lo studio dimostra anche che ogni Paese soffre l’influenza di diversi dispositivi digitali. I cittadini del Regno Unito – ad esempio – hanno maggiori probabilità di contrarre problemi alla vista come conseguenza del tempo speso a giocare alle console o a guardare la TV rispetto al resto d’Europa, mentre in Romania il tempo di visualizzazione su computer e telefoni cellulari registra il maggiore impatto.
>> LEGGI ANCHE: 5 esercizi per la postura, da fare davanti allo specchio

Il sintomo degli occhi stanchi

Gli occhi stanchi sono il sintomo più comune legato a problemi di salute degli occhi.
Uno studio pubblicato su Ophthalmic & Physiological Optics: The Journal of the British College of Ophthalmic Opticians, che esamina il lavoro d’ufficio, ha scoperto che i sintomi visivi associati all’uso del computer si verificano in modo frequente e sono fortemente associati a malattie della superficie oculare. Nello studio, gli occhi stanchi sono il sintomo più comune tra i lavoratori, che ricopre il 38% dei casi. L’affaticamento oculare, la sensibilità alle luci intense ed il mal di testa sono altri sintomi comuni connessi a problemi alla vista.
L’utilizzo sempre in aumento dei dispositivi digitali ha evidenziato l’importanza di proteggere gli occhi quando si usano i computer. È stato scoperto che il 75% dei medici di famiglia e degli ottici del Regno Unito ha più problemi di salute degli occhi oggi rispetto a 10 anni fa.

6 consigli per prendersi cura degli occhi quando si utilizza un computer

La ricerca condotta da Lenstore ha identificato i passaggi per ridurre al minimo gli effetti della sindrome da visione artificiale (CVS) / Affaticamento Oculare Digitale (DES) sulla salute degli occhi. I suggerimenti generali per proteggere gli occhi se si usano dispositivi includono il mantenimento di una distanza minima di un braccio dallo schermo, l’aumento delle dimensioni dei caratteri sugli schermi in modo da facilitare la lettura, e la “regola 20-20-20” – per ogni 20 minuti di schermo, guardare un oggetto a 20 piedi di distanza e concentrare gli occhi su di esso per 20 secondi.
Questa semplice regola aiuta ad alleviare gli occhi dalla luminosità dello schermo.
Quando si utilizza un computer, può essere utile seguire questi step per assicurarsi di non danneggiare la vista:
1. Posizionare il computer ad una distanza tra 40 e 76 centimetri dagli occhi
2. Assicurarsi che la parte superiore del computer sia allineata con o leggermente al di sotto degli occhi
3. Assicurarsi che lo schermo abbia un’inclinazione di 10/20 gradi
4. Verificare che non vi siano riflessi fastidiosi sullo schermo, provenienti – ad esempio – da una finestra
5. Regolare la dimensione dei caratteri sullo schermo per facilitare la lettura.
6. Utilizzare portadocumenti per la lettura o materiali di riferimento e posizionarli vicino allo schermo alla stessa distanza dagli occhi. Ciò permette agli occhi di rimanere concentrati mentre lo sguardo si sposta tra schermo e documenti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità