Cosa fare in inverno per continuare ad allenarsi in bicicletta

Cosa fare in inverno per continuare ad allenarsi in bicicletta

L’inverno non è il periodo più propizio per delle belle uscite in bicicletta. L’avvento delle fat bike ha sicuramente ampliato gli orizzonti, permettendoci di andare laddove era impensabile fino a qualche anno fa, così come i materiali tecnici di ultima generazione riescono ad assicurarci un microclima ottimo anche in condizioni di freddo. Tuttavia le poche ore di luce e il clima freddo scoraggiano molti ciclisti. Quindi cosa fare in inverno per continuare ad allenarsi e mantenere una preparazione che ci permetta di affrontare la bella stagione al meglio?

Pubblicità

Cosa fare in inverno per continuare ad allenarsi in bicicletta

1. Non stoppare l’attività in bici

Lasciare la due ruote per troppo tempo è controproducente, quindi quanto meno nel fine settimana sarebbe meglio inforcare la bike e pedalare, per mantenere il feeling con il mezzo e restare per qualche ora all’aria aperta, abitudine sicuramente salutare. Per ovviare al problema del freddo possiamo infilarci nei boschi con una Mtb oppure attraversare strade bianche e vecchie carregge con una bici da Gravel, in questo modo si abbassa la velocità e anche il freddo sembrerà meno aggressivo.

2. Muoversi anche in settimana

Quindi ecco che il variegato mondo della palestra diventa un utile compagno per attraversare i mesi invernali nel migliore dei modi. Esistono infatti svariati corsi di bike fitness tra cui districarsi e da alternare per mantenere la gamba.

3. Mantenere un buon grado di resistenza

Il nostro apparato cardio circolatorio deve rimanere in ottima forma e la capillarizzazione dei nostri muscoli ottimale per evitare che il ritorno alla bici nel periodo primaverile diventi traumatico sia fisicamente che psicologicamente.

4. Tonificare la muscolatura del core per garantire stabilità al nostro corpo

È importante proteggere la nostra schiena e stabilizzare il bacino per far sì che la pedalata sia redditizia e che i dolori al tratto lombare o al collo si riducano al massimo.

5. Migliorare le doti di equilibrio e coordinazione

È aspetto fondamentale per chi pratica Mtb, ma utile anche per lo stradista che vuole uscire sempre in sicurezza. Spesso questi aspetti si tralasciano ma destrezza, abilità di guida e una buona coordinazione motoria servono sia a divertirsi di più se pratichiamo Mtb ma anche a guidare sicuri sulla specialissima. Infatti una corretta attivazione dei muscoli e una sviluppata propriocettiva permettono di avere maggior sensibilità e quindi di guidare meglio la bici. Inoltre coordinando al meglio la nostra muscolatura si potrà rendere più performante il gesto atletico.
Credits: Pixabay

Leggi anche

Mark Cavendish: la preparazione invernale per il ciclismo

Perché anche un runner (o un ciclista) dovrebbe andare in palestra

Perché è meglio allenare gli addominali con le tenute a ponte

Ecco il gene del sesto senso che ci fa coordinare nello spazio

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...