Perché mangiare patate quando vai in bici

cos-mangiare-bici

 

Cosa mangiare quando vai in bici in escursioni lunghe? In genere c’è chi si porta dietro barrette e gel per sostenere il livello di glucosio e non sentire troppo la fatica. Ma forse le patate, anche in forma di puree, son meglio.
Mangiare purea di patate durante l’esercizio fisico prolungato aiuta a reggere lo sforzo, allo stesso modo di un gel di carboidrati. Le patate assunte durante un’uscita in bici, ma anche mentre fai fitness o palestra o altre attività sportive sostengono i livelli di glucosio nel sangue e aiutano migliorare le prestazioni. Lo racconta una ricerca condotta alla Università dell’Illinois pubblicata sul Journal of Applied Physiolog.
Gli scienziati americani hanno messo sotto controllo 12 persone sane e dedite al loro sport, con una media di 267 chilometri a settimana sulle loro biciclette. I ciclisti hanno dovuto raggiungere una soglia specifica per il fitness aerobico e completare una sfida ciclistica di 120 minuti seguita da una cronometro. I partecipanti, durante le prove hanno consumato acqua, oppure un gel a base di carboidrati disponibile in commercio o una quantità equivalente di carboidrati ottenuti dal puree di patate.
Durante l’esercizio, il team ha misurato la glicemia, la temperatura corporea, l’intensità dell’esercizio e i sintomi gastrointestinali. Si è così visto come non ci fossero differenze tra le prestazioni dei ciclisti che hanno ottenuto i loro carboidrati ingerendo patate o il gel.
E entrambi i gruppi hanno visto un significativo aumento delle prestazioni rispetto a chi ha consumato solo acqua.
>> LEGGI ANCHE: Cosa mangiare durante una gita in bicicletta

 

 

Patate al posto dei gel per avere carboidrati in bici

C’è da dire che coloro che hanno consumato patate hanno manifestato gonfiore, dolore e flatulenza più degli altri gruppi. Forse perché per avere la stessa spinta del gel, serve un maggior volume di patate. Ma si tratta di “sintomi gastrointestinali medi inferiori rispetto agli studi precedenti”, spiegano i ricercatori, che indicano che entrambe le condizioni (quantità di carboidrati) erano ben tollerate dalla maggior parte dei ciclisti.
Così lo studio dimostra che gli atleti possono utilizzare fonti di carboidrati naturali come un’alternativa ai prodotti commerciali, o almeno integrare le due fonti.
La ricerca ha dimostrato che l’assunzione di gel di carboidrati concentrati durante l’esercizio prolungato promuove la disponibilità di carboidrati e migliora le prestazioni.
Le patate diventano quindi un’alternativa interessante per gli atleti perché rappresentano una fonte di carboidrati economica, ricca di nutrienti e di cibi integrali.
>> LEGGI ANCHE: Alimentazione e sport: come usare i grassi per nutrire i muscoli
(foto holger pixabay)

 

 

 

Per approfondire

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA