Centri fitness: luoghi o non luoghi?

Centri fitness: luoghi o non luoghi

Aeroporti, autogrill, stazioni e centri commerciali sono classificati come non luoghi. Spazi dove il tempo va a una velocità vitale diversa, quasi un fermo immagine. Destinazioni forzate, terre di mezzo con accessorietà e ammennicoli ma senz’anima. Non luoghi, appunto. I centri fitness avevano preso a scimmiottare questo trend: entravi in palestra e la sala attrezzi facevi fatica a trovarla tra lounge enormi e spazi di smistamento che rubavano metri quadri di fatturato all’attività sportiva.

Centri fitness: luoghi o non luoghi?

Ma le cose per fortuna andavano, con ricavi che superavano i costi, sebbene una quota di spazio fitness venisse sacrificata ad angoli dove allenarsi era l’ultima cosa che si sarebbe mai potuto fare. Poi, attività e mercato del fitness sono cambiati improvvisamente: fitness sempre più omnicanalizzato e necessità di rispondere alla nuova domanda con strutture che ad oggi non sono pronte né in termini di spazio né di tempo.

Il ritorno alla palestra luogo

E così all’orizzonte si (ri)profila di nuovo il modello più antico e funzionale di punto sport: la palestra “luogo”. Quella con una struttura complessiva semplice e lineare e che rispetto a soluzioni architettonicamente più creative si modifica in corsa non appena sale o scende la domanda per una certa attività. Quella dove non manca niente per allenarsi comodi, con spazi e tecnologie che occupano a perfezione ogni singolo metro quadro. Quella dove le aree di smistamento ci sono ma concepite come appendice delle aree di attività, e dove “lavoro degli istruttori” e “flussi dei clienti” dettano sempre lo schema. Quella più vicino alla Sparta del body-building che all’Atene del fitness, superata terra di mezzo che ci si poteva permettere qualche decennio fa.

Centri fitness: luoghi o non luoghi

Adesso no, nelle palestre si torna a spazi di attività definiti, ad acciaio da sollevare ben posizionato in lay-out e a un istruttore che non segua il prossimo pacchetto personal ma noi. Cose che normalmente succedono nei luoghi dove non ci si passa ma ci si vive.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Tag per questo post