I 10 parchi in cui correre a Roma

Lontano dal caos della capitale ci sono bellissimi parchi in cui correre a Roma, nel verde, senza smog e in compagnia di altri runner

Parchi in cui correre a Roma

Per chi corre anche guardandosi intorno, una sgambata nel centro storico di Roma ha pochi eguali al mondo. E però la città eterna è anche un grande caos quotidiano, e per i runner capitolini sono sempre alla ricerca di parchi in cui correre a Roma o qualche location in cui allenarsi in tutta tranquillità. Noi ne abbiamo individuate 10, tutte nel verde dei parchi cittadini, da aggiungere alle strutture sportive come gli stadi.

Pubblicità

10 parchi in cui correre a Roma

Sono infatti parecchi gli impianti sportivi a disposizione dei runner, con orari e modalità di accesso molto diverse tra loro (il più delle volte è necessario il tesseramento alla Fidal). Tra i migliori: quello della Farnesina (Via Maresciallo Caviglia, 29, in zona Ponte Milvio) è aperto dalle 8:00 alle 19:30; in zona Acqua Acetosa c’è quello delle Aquile ‘Paolo Rosi’ (Via dei Campi Sportivi 7) che prevede un abbonamento annuale oppure dei mini abbonamenti da 10 ingressi; in zona Circo Massimo c’è lo Stadio delle Terme di Caracalla ‘Nando Martellini’, anche qui con abbonamento annuali o per numero di ingressi.

Parco degli Acquedotti

Dentro al parco regionale dell’Appia Antica, nella zona sud orientale di Roma, si corre indietro nel tempo, tra le rovine degli acquedotti della Roma imperiale e quelle del rinascimentale acquedotto Felice: c’è un bel percorso pianeggiante di quasi 6 km che però ha lo svantaggio di non avere praticamente alberi e ombreggiatura. Ma è senza dubbio uno dei migliori parchi in cui correre a Roma. www.parcoacquedotti.it

Parco della Caffarella

A sud della città, in parte dentro al parco dell’Appia Antica, è il più selvaggio dei parchi romani, senza strutture, senza indicazioni, senza misurazioni, ma anche saliscendi interessanti per variare il ritmo, tiratone pianeggianti e pure qualche salita a strappo che mette a buona prova i polpacci. www.caffarella.it

Running Parco Caffarella

Credits: FlickrCC sirabder87

Parco del Pineto

A nord ovest della città, in zona Valle Aurelia (c’è anche l’omonima fermata della metro), ha un fondo in terra e un percorso che si snoda per poco meno di 3 km, ideale per il jogging del fine settimana così come per chi cerca il mix trail per allenarsi per qualcosa di più impegnativo.

Running Parco Pineto Roma

Credits: FlickrCC Robie06

Villa Ada

Nella zona settentrionale della città, sulla via Salaria, appena fuori le mura aureliane che racchiudono il centro storico e alla confluenza tra il Tevere e l’Aniene. Qui per il runner tutto ruota intorno al lago con 3 percorsi: quello soft da 700 metri abbondanti, quello medium che dal lago prosegue intorno al prato di poco più di un chilometro, e quello large che prosegue per i viali e misura quasi 2 km per un totale complessivo di circa 2,5 km. www.villaada.org

Running Villa Ada Roma

Credits: FlickrCC Kiaura

Parco di Villa Pamphili

Centralissimo, bellissimo, tra i più grandi parchi urbani di Roma, ha un percorso di circa 6 km tra i più amati dai runner di tutta la capitale. Entrando da via Vitellia o da via Leone XII c’è anche un punto jogging e un locale (l’ex pollaio della famiglia Pamphili…) custodito con bagni e deposito per le borse (le docce sono a pagamento). www.villapamphili.it

Running Villa Pamphili

Credits: FlickrCC Luigi And Linda

Anello del Forte Ardeatino

A Roma sud, nell’omonimo quartiere: dal centro commerciale che si trova dentro il parco parte la Granai Run, e c’è un anello di poco meno di un km che gira in tondo, permettendo di tenere sempre sotto controllo i metri percorsi in modo del tutto naturale.

Running Forte Ardeatino

Credits: FlickrCC valerio68

Parco Santa Maria della pietà

Sulla Trionfale, zona nord ovest di Roma nel quartiere Monte Mario: un tempo era il manicomio cittadino, oggi è una meta per i malati di running: c’è un giro da 2 km con anche una leggera salitina per rendere l’allenamento di corsa ancora più piccante, una bella vegetazione e le fontanelle disseminate lungo tutto il tracciato, e pure un casotto in legno piazzato dall’Atletica Monte Mario che si è presa pure la briga di segnare le distanze dei tracciati.

Running Santa Maria Pietà Roma

Credits: FlickrCC Ludosi

Prato di Tor Vergata

Zona Borghesiana, vicino al campus dell’Università, è un bel pratone con un circuito di saliscendi ideale per chi vuole fare lunghi e ripetute così come per chi si dedica al semplice jogging domenicale.

Running Tor Vergata

Credits: FlickrCC Asa Nisi Masa

Villa Glori

In zona Acqua Acetosa a nord della città, tra il Tevere e l’Auditorium Parco della Musica, è amatissimo da chi tiene sotto controllo tempi e distanze visto che il giro dei viali è lungo 1160 metri e ci sono segnalazioni ogni 100 metri fino al mezzo km, poi ai 1500 e ai 2500. Se volete aumentare l’impegno delle gambe, le salite di via dei Settanta sono misurate ogni 10 metri (quelle più morbide ogni 50 metri).

Running Villa Glori

Credits: FlickrCC valerio68

Pista ciclabile sul lungo Tevere

È una ciclopedonale, quindi aperta a pedoni e ciclisti, ma si parte da San Paolo e si può arrivare fino allo stadio Olimpico e oltre, tra il verde della vegetazione e il bianco del travertino romano in un paesaggio urbano unico al mondo. Perfetto per gli urban runner, che dopo la sgambata si fermano a osservare il panorama, a fare due chiacchiere, a bere qualcosa.

Running Lungotevere Roma

Credits: FlickrCC PierpaGodot

E voi dove andate? Conoscete altri aree verdi in cui correre?

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità