Coronavirus, si può correre in strada?

Posizione delle braccia nella corsa

In questi giorni di Coronavirus si può correre in strada?
I decreti governativi in materia di Coronavirus in Italia indicano le pratiche da mettere in atto per evitare il contagio. Ma sussistono alcuni dubbi riguardo la possibilità di correre e allenarsi all’aperto. Pierpaolo Sileri, viceminstro della Salute, cerca di fare chiarezza di fronte alle domande espresse dagli ascoltatori di Radio Deejay che chiedono lumi sulle misure di contenimento del contagio. Sileri ha spiegato che “Potete andare a correre in solitaria, però meno uscite meglio è. È vero che si può correre, ma se tutti vanno a correre e ci si incontra, si chiacchiera, si fuma una sigaretta… l’ideale ridurre al minimo le uscite: allenatevi a casa”.
In sostanza quindi non cambia molto rispetto al DPCM del 9 marzo in tema di sport. Cioè non c’è un divieto di fare passeggiate (o di correre) ma si invita a non uscire.
Dunque è possibile uscire a correre, possibilmente in zone naturali e non frequentate come i boschi. E volendo lo si può anche fare in strada, stando attenti a evitare aree in cui c’è passaggio, esercizi commerciali, rischio di contatto. Il viceministro, e noi con lui, si appella alla sensibilità e responsabilità degli italiani, che si stanno dimostrando molto attenti e determinati nel rispettare il decreto.

Pubblicità

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità