Correre a Napoli (con vista Golfo): i percorsi preferiti dai runner partenopei

I percorsi preferiti dai runner della città per correre a Napoli, con vista sul mare e sul Golfo oppure nelle aree verdi o impianti sportivi

Correre a Napoli

Napule è mille culure, certo, ma per un runner correre a Napoli può essere anche un vero percorso a ostacoli. E allora dove vanno a correre i runner napoletani? Lontani dalla folla e dal traffico, ovviamente, in questi 4 percorsi urbani, immersi nel verde dei parchi o con vista sul Golfo, con paesaggi sempre da cartolina.
Se invece si cerca una location più tradizionale c’è lo stadio Collana al Vomero, un’oasi per i runner nel cuore della città con una vera pista d’atletica da 400 metri alla corda. Ok, non si è immersi nel verde e si gira in tondo, ma per sottrarsi al traffico e al caos delle strade è un’ottima soluzione. Occorre tesserarsi, al prezzo di 30 euro al mese (con assistenza).

Pubblicità

Correre a Napoli (con vista Golfo): i 4 percorsi preferiti dai runner della città

Il lungomare di via Caracciolo.

Il Golfo da una parte, con Castel dell’Ovo e lo sciabordio delle onde, e la città dall’altra: sono circa 3,8 km, da Largo Sermoneta fino all’incrocio con Via Cesario Console, da cui si può raggiungere piazza del Plebiscito. Piatto, per molti tratti solo pedonale (occorre solo fare attenzione alle bici sulla pista ciclabile), con fontanelle per dissetarsi e i prati della villa Comunale in cui fermarsi per fare stretching. Unico consiglio: evitare i momenti di maggior affollamento, come la domenica mattina dedicata alla passeggiata a mare.

Il pontile di Bagnoli.

In pratica, una striscia sospesa sul mare, con vista su Procida. Meta ideale per gli innamorati e i romantici, sono anche circa 2 km tra andata e ritorno: non una distanza da maratoneti incalliti, ma ideale per una sgambata di jogging sul mare. Se l’andata e ritorno vi annoia, cercate compagnia o ascoltate della musica.

Pontile Bagnoli Napoli

Credits: FlickrCC-olvidadophotographers

Il bosco di Capodimonte.

L’antica riserva di caccia dei re Borbone, chilometri e chilometri di percorsi, viali e sentieri immersi nel verde, per lo più ombreggiati, e frequentati da centinaia di runner a ogni ora e ogni giorno: in pratica il tempio della corsa partenopea, dove non vi sentirete mai soli.

Bosco-Capodimonte Napoli

Il Parco Virgiliano.

Un tesoro ritrovato e tenuto perfettamente, un polmone verde sopra la collina di Posillipo con vista fin su Capri, Ischia e Procida. Il fondo non è liscio come un biliardo, ma per un trail-mix su sterrato, lastroni in tufo e terreni variabili è perfetto.

Parco Virgiliano Napoli

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...