Sleddog in Italia: tutto quello che vuoi sapere

Dalle razze dei cani a come dare loro i comandi fino alle migliori scuole e centri per turisti, tutto su mushing e sleddog in Italia

sleddog in Italia

In principio furono gli eschimesi e i cacciatori lapponi. Poi venne il servizio postale in Canada ed in Alaska, la storia del cane Balto e il film della Disney. E l’Iditarod e la Yukon Quest, le due gare tra Canada e Alaska lunghe migliaia di chilometri, vere e proprie avventure nella natura che mettono alla prova la vita di uomini e animali.

Sleddog in Italia: tutto quello che vuoi sapere

Oggi l’arte del mushing (cioè la capacità di gestire la slitta e i cani) sono un’attività outdoor che anche i bambini possono praticare su tutte le montagne italiane. Ecco tutto quello che c’è da sapere sullo sleddog in Italia.

Quali cani?
Le razze nordiche sono nate per vivere in quell’ambiente ostile e per fare fatica: ci sono gli Alaskan Husky e i Siberian Husky (20-24 kg, veloci e relativamente poco potenti), i Groenlandesi (30 kg, adatti alle lunghe distanze) e gli Alaskan Malamute, le “locomotive delle nevi”. A volte anche i giapponesi Samoiedo, gli unici che abbaiano e non ululano. Gli husky non devono necessariamente essere di razza pura: anzi, d’abitudine vengono incrociati con altre razze – perfino con i lupi – per sfruttarne le diverse caratteristiche fisiche.

sleddog in Italia

Come parlare ai cani?
Basta sussurrare. Per andare dritto, il musher rimane “semplicemente” con i due piedi sui pattini della slitta. “Hike” per partire, e “whoa” come John Wayne a cavallo, per fermarsi. Se sei in salita o se vuoi aiutare i cani stanchi, butta giù un piede (o entrambi) dai pattini e spingi. Per girare a sinistra sussurra “haw”, e “gee” per la destra.
Tieni ben salde le mani sul manubrio della slitta e sposta tutto il peso all’interno della curva per bilanciare la forza centrifuga.
Per frenare fai pressione con il piede sul tappetino che si trova in mezzo ai pattini. Esiste anche un freno di stazionamento e uno snow-hook, vera e propria ancora per il parcheggio.

sleddog in Italia

Che velocità raggiungono le slitte?
Le mute vanno dai 2 ai 20 cani, in base alla lunghezza del percorso. Nelle gare sprint (dai 2 ai 22 km di lunghezza) si toccano anche i 35/40 km/h, in quelle di lunga distanza si sta intorno ai 25 km/h per tantissimi chilometri. Nella Iditarod si fanno anche 200 km al giorno.

sleddog in Italia

Come sono composte le mute?
Fra i cani è fondamentale individuare il o i leader: senza un buon capo branco nessuna muta, anche se ben guidata, può funzionare. In una formazione composta da otto cani ci sono prima i due leader dog che guidano gli altri eseguendo i comandi del musher e imprimendo il ritmo alla muta, poi i due swing dog (una coppia forte ma non trascinante), due team dog (i cani da squadra, i Gattuso a quattro zampe) e in fondo i due wheel dog, le vere e proprie forze portanti del team. Sono di solito i più giovani ed esuberanti.

sleddog in Italia

Cosa mangiano i cani?
La digestione dei cani nordici è molto delicata e richiede più grassi e proteine durante l’inverno. Gli husky mangiano volentieri sia le crocchette di alta qualità che la carne congelata, appena sbrinata dal frigorifero: per loro è un’abitudine naturale avendo sempre mangiato nella neve. Proprio come i lupi.

sleddog in Italia

Il nostro cane potrebbe entrare in una muta?
No, non puoi far inserire il tuo pastore tedesco. Soffrirebbe quanto soffriresti tu. Se hai un vero husky potresti avere qualche possibilità, ma devi farlo allenare per gradi, molto lentamente.

sleddog in Italia

Dove posso fare un corso o anche solo provare a salire sulla slitta da passeggero e godermi la natura?
In Italia ormai c’è un’infinità di centri, più o meno uno in ogni principale località sciistica. La migliore scuola in assoluto è quella di Ararad Khatchikian, a Tarvisio in Friuli (www.ararad.net, tel.0428–651331) che alleva decine e decine di cani e che ha all’attivo diverse gare nord americane. Suo fratello Armen invece lavora a Ponte di Legno – Passo Tonale (www.scuolaitalianasleddog.it, tel.0364-92231).
In Val d’Aosta si può provare a Pila e a LaThuile (www.dogsledman.com, tel.335-1829414) mentre in Trentino, tra le altre, si fa preferire la Athabaska che opera a Campiglio e ad Andalo (www.athabaska.info, tel. 333-1328490). E poi a Livigno, in Carinzia, a Vipiteno…

sleddog in Italia

Vuoi provare il brivido (in tutti i sensi. Qui si parte dai -15° e si scende) della Lapponia?
Chi vi scrive ha conseguito una licenza ufficiale di musher nel nord della Finlandia qualche anno fa. E i responsabili della scuola si offesero quando qualcuno modestamente chiese se la licenza (di primo livello su quattro) era solo un gadget da turisti. Chi vuole praticare in Lapponia sui sentieri dove lo sleddog è nato può rivolgersi a www.lapponiasafaris.com

sleddog in Italia

“Carità non è dare un osso al cane. Carità è condividere l’osso con il cane quando tu hai fame quanto il cane” (Jack London). Se ti piace leggere queste avventure, comincia con “Zanna Bianca” di London e finisci con “Il Grande Nord” di Gary Paulsen.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...