NBA: un anello che prevede i sintomi del Covid-19 per la fase finale a Disney World

un anello che prevede i sintomi del covid-19

Proprio così: un anello che prevede i sintomi del Covid-19 verrà utilizzato dai giocatori NBA in occasione dell’atto conclusivo della stagione 2019-2020.
Le migliori 22 squadre del campionato di basket statunitense si riuniranno a Orlando, in Florida, e trascorreranno le settimane successive in una bolla inaccessibile al resto del mondo: Disney World. Sarà proprio il celebre parco dei divertimenti a ospitare, dal 31 luglio alla prima metà di settembre, il torneo che assegnerà il titolo di campione NBA 2020. Una delle novità più incredibili di questa iniziativa riguarda la distribuzione di un anello intelligente: questo accessorio, che i giocatori dovranno indossare durante la loro permanenza nel complesso sportivo del Walt Disney World Resort, è in grado di rilevare in anticipo l’insorgenza dei sintomi del Covid-19 e di monitorare la salute degli atleti. Merito della piattaforma digitale (creata grazie alle neuroscienze) a cui è collegato.

Un anello che prevede i sintomi del Covid-19: Oura a disposizione della NBA

A produrre e distribuire questi dispositivi anti Covid-19 sarà Oura, una startup nata in Finlandia che nel 2016 ha preso il volo grazie a un anello in grado di monitorare la qualità del sonno, contare i passi, misurare la temperatura e non solo. Secondo la ‘CNBC’, l’azienda ha stretto una collaborazione con la NBA per mettere a disposizione degli atleti la loro ultima creazione (non ancora disponibile sul mercato): un anello smart in titanio che misura la febbre, monitora la qualità del respiro e tiene controllata la frequenza cardiaca: tutti indicatori che, nel caso in cui dovessero raggiungere livelli anormali, potrebbero essere ricondotti al Coronavirus. E non è tutto: secondo Oura, gli anelli riescono anche a prevedere i sintomi del Covid-19 fino a tre giorni d’anticipo e con una precisione del 90%. Una funzione potenzialmente straordinaria, considerando che si può essere contagiosi anche due o tre giorni prima della comparsa dei sintomi.
>> LEGGI ANCHE: Oms: i guanti non servono contro il coronavirus, anzi aumentano il rischio di contagio

Merito delle neuroscienze

Gli anelli in questione, dotati di Intelligenza Artificiale e creati in collaborazione con il Rockefeller Neuroscience Institute, possono anticipare l’insorgenza dei sintomi sospetti grazie alla innovativa piattaforma digitale a cui sono collegati. A questa piattaforma avrà accesso l’Università del Michigan, che riceverà costantemente le informazioni sanitarie trasmesse dagli anelli. L’ateneo si occuperà di valutare il benessere generale di ogni soggetto e di avvisare le squadre in caso di sintomatologia sospetta. I giocatori avranno libero accesso a tutti i dati raccolti, mentre gli staff delle squadre (allenatori, preparatori atletici, massaggiatori, medici, press office e così via) potranno consultare le loro informazioni solo se un membro del team dovesse mostrare qualche sintomo. Ali Rezai, presidente esecutivo della sezione del Rockefeller Neuroscience Institute appartenente alla West Virginia University, ha parlato delle capacità straordinarie di questo dispositivo:

“Questa piattaforma olistica e integrata di neuroscienze sviluppata dall’RNI monitora continuamente le funzioni del corpo umano, il che consente la previsione accurata dell’insorgenza dei sintomi di infezione virale associati al Covid-19. Questa piattaforma sarà parte integrante della protezione dei nostri operatori sanitari, dei soccorritori e delle comunità mentre ci adeguiamo alla vita nell’era del Coronavirus”.

Un altro dispositivo che i giocatori dovranno sempre indossare (eccezion fatta per gli allenamenti e per le partite) sarà la Disney MagicBand: all’apparenza sembra un giocattolo, ma in realtà è uno strumento che fungerà da chiave per la camera d’albergo e permetterà agli atleti di accedere alle varie zone della “bolla”. La NBA, inoltre, starebbe studiando un modo per rendere questa MagicBand uno strumento di “contact tracing”.

(Foto: Ouraring.com)

> se hai trovato interessante questo articolo, iscriviti alla nostra newsletter compilando il form qui sotto!

©RIPRODUZIONE RISERVATA