Allergie e coronavirus, i sintomi da non confondere

allergie-e-coronavirus-i-sintomi-da-non-confondere

Siamo ormai entrati nella stagione in cui i sintomi di rinocongiuntivite e asma da pollini hanno fatto la loro comparsa e dobbiamo stare molto attenti: se parliamo di allergie e coronavirus, i sintomi per quanto simili, sono da non confondere.
Alla difficoltà di incontrarci per le limitazioni imposte, si aggiunge sicuramente un po’ di apprensione perché a causa dell’attuale pandemia i sintomi respiratori sono in primo piano.
È utile quindi qualche informazione per sgomberare il campo da paure o fake news. Lo facciamo con l’aiuto della dottoressa Marina Ventura, che esercita l’attività di allergologa in libera professione presso l’Unisalus di Milano.

Allergie e coronavirus, i sintomi da non confondere

Sono 5 le domande importanti a cui è bene saper rispondere per prenderci cura di noi stessi al meglio sapendo distinguere bene i sintomi da allergia rispetto a quelli da coronavirus.

Chi è allergico è più a rischio di contrarre il cov/sars?

Il paziente che soffre di una malattia cronica rientra nei casi che devono prestare maggiore attenzione al distanziamento sociale e all’uso delle mascherine chirurgiche.
Non è più a rischio di altri, ma poiché i suoi sistemi di risposta immunitaria sono già “impegnati”, qualsiasi infezione va evitata, indipendentemente dal covid19.

L’uso della mascherina è indispensabile?

, assolutamente: protegge oltretutto dal carico pollinico, dal momento che i pollini sono di dimensioni maggiori del virus e vengono efficacemente trattenuti.

L’uso dei farmaci per l’asma (steroidi e broncodilatatori) abbassa le difese?

No, falso. Anzi rendono il polmone al massimo della sua efficienza. La terapia va intrapresa e mantenuta correttamente.

Come distinguo il raffreddore allergico dalla congestione nasale da covid19?

Il raffreddore allergico, detto rinorrea, è una secrezione liquida e trasparente; la congestione da covid19 no.

Come distinguo la congiuntivite allergica dai sintomi congiuntivali da covid19?

L’allergico ha bruciore, prurito, lacrimazione, bilaterale. Nell’infezione covid19 si ha secrezione, e non sempre è bilaterale.

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA