Carinzia, la neve slow

Thermen in Bad Kleinkirchheim Carinzia

La posizione geografica è di quelle privilegiate, tra le Alpi e l’Adriatico, e in grado di garantire sole e neve per gran parte delle giornate invernali. Ed è per questo che la Carinzia è un autentico paradiso per le attività invernali, tra cime sopra i 3000 metri per gli sciatori esperti e piste ampie, tranquille e sicure adatte alle famiglie con i bambini.

Pubblicità

Tra Carinzia e Tirolo Orientale ci sono 31 stazioni sciistiche, oltre 1000 km di piste, quasi 300 impianti di risalita moderni e funzionali e interessanti offerte come il Topskipass Karnten-Osttirol, valido per una durata variabile da un giorno e mezzo a 14 giorni.

E oltre alle vette, ai pendii e alle piste la Carinzia offre molto anche agli amanti della montagna slow: il Weissensee, il lago con la maggior superficie di ghiaccio naturale d’Europa con un’area di 6,5 km quadrati che ogni anno ospita la Alternatieve Elfstedentocht (ve ne abbiamo parlato qui); numerosi percorsi per ciaspole e camminate sulla neve nei boschi alpini; e soprattutto i bellissimi impianti termali di qualità come le Karnten Therme di Warmbad Villach (qui tutto quello che si può fare a Villach tra ciaspole e terme), la più moderna oasi termale della regione, le due stazioni termali di Bad Kleinkirchheim, la Badehaus Millstatt sulle sponde del lago Millstatter See o la Badehaus Werzer’s sul Worthersee.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità