Sciare in Val di Fiemme: tutte le informazioni su impianti, piste, skipass, prezzi

sci in val di fiemme

La Val di Fiemme in Trentino, per molti sciatori è ancora tutta da scoprire nella sua totalità. È agli estremi meridionali del carosello del Dolomiti SuperSki ed è la valle dolomitica più vicina per chi arriva dalla Pianura Padana. Confina a ovest con l’Alto Adige, a nord con la Valle di Fassa e a est con il Primiero. È facilmente raggiungibile in soli 20 minuti dall’uscita di Ora-Egna dell’Autostrada A22 del Brennero.
La Val di Fiemme è un’ottima meta per lo sci perché è lunga una ventina di chilometri da Castello di Fiemme a Predazzo e conta cinque differenti comprensori: l’Alpe del Cermis, lo Ski Center Latemar (condiviso con l’Alto Adige) e il Lusia-Bellamonte (condiviso con la Valle di Fassa).
Appartengono formalmente alla zona sciistica fiemmese però anche le piste di Passo Oclini e di Nova Ponente (poco oltre il confine con la provincia di Bolzano) e del Passo Rolle che geograficamente è più vicino a San Martino di Castrozza.
I numeri totali parlano di 112 km di piste, con ben 15 piste nere impegnative e il resto equamente diviso tra rosse e azzurre.

Sciare in Val di Fiemme: tutte le informazioni

È possibile trascorrere un’intera settimana bianca in Valle di Fiemme e non sciare mai due volte sulla stessa pista, tante sono le diverse ski-area molto vicine tra loro ma non collegate sci ai piedi. E la Val di Fassa con il Sellaronda distano davvero pochissimi chilometri. Il comprensorio più noto è certamente quello dello Ski Center Latemar.
È virtualmente diviso in tre diverse aree che coincidono con i tre accessi dal fondovalle: Predazzo (da dove si sale in quota con la telecabina che si trova di fianco ai trampolini del salto), l’Alpe di Pampeago (per raggiungere la quale bisogna guidare fin oltre la frazione di Stava sopra Tesero) e Obereggen, in territorio altoatesino.
Queste sono piste divertenti e in certi casi anche impegnative, disegnate sul versante occidentale del massiccio del Latemar. Bellamonte invece è decisamente consigliabile ai principianti (a patto che non scavallino sul versante fassano dove invece le discese si fanno ben più ardue): qui tutte le piste sono lunghissime, molto larghe, con pendenze facili e sempre al sole e quelle sopra la linea delle vegetazione godono pure di una vista fantastica sulle vicine Pale di San Martino.

I 3 motivi per sciare in Val di Fiemme

In Val di Fiemme le montagne richiamano ogni genere di sciatore, a partire dalle famiglie che sciano ad altitudini non esagerate fino agli esperti che apprezzano la presenza di tante piste nere. Qui comunque si può virtualmente trascorrere una settimana bianca senza mai sciare due volte sulla stessa pista.
Anche i due snowpark sono piuttosto particolari: quello di Obereggen ospita grandi eventi, è illuminato la sera tre volte la settimana e in quota ha uno degli halfpipe più apprezzati d’Italia mentre quello della Morea a Bellamonte è pensato per i più giovani che si avvicinano per la prima volta alle acrobazie sulla neve con sci e tavole da snowboard.
Se stai pensando di andare a sciare in Val di Fiemme, ecco i 3 motivi per cui secondo noi dovresti prenotare:

  1. Sono le Dolomiti più facilmente raggiungibili
  2. Impianti moderni e veloci
  3. Neve sempre garantita

Piste da sci in Val di Fiemme

96 piste da sci per oltre 110 km di lunghezza fanno della Val di Fiemme un comprensorio molto apprezzato, tra i preferiti dagli appassionati. Ci sono ben cinque differenti ski-area non collegate tra loro, pur in certi casi condivise con altre valli adiacenti, e alcune piste tra le più famose delle Alpi italiane.
Le dieci piste del Passo Rolle (varianti comprese) si trovano proprio ai piedi del Cimon della Pala (a breve verranno collegate da un impianto modernissimo con San Martino di Castrozza) e sono un po’ più ostiche ma anche molto più divertenti. La zona del Cermis viene preferita dagli sciatori che risiedono a Cavalese da dove risalgono direttamente fino al Rifugio Paion dal quale si comincia a sciare sulle piste in quota.
Il Passo Oclini invece, una sorta di enclave altoatesina in territorio trentino, è solo per intenditori: due piste e due seggiovie (oltre ad altrettanti campi scuola) sul Corno Nero e sul Corno Bianco in mezzo alla natura più incontaminata dove la strada finisce e lascia spazio ai boschi.
Ovunque, ovviamente, l’innevamento programmato garantisce che tutte le piste siano sempre aperte e perfettamente accessibili.
skimap fiemme

Nello Ski Center Latemar ci sono alcune nere impegnative come quella della Pala Santa mentre la Agnello ospita diverse gare FIS nonché i test delle aziende a fine stagione.
Sulla Maierl a dicembre si corre da anni uno slalom maschile di Coppa Europa. La Olimpia del Cermis è lunga oltre 8 km e scende dalla cima del Paion a 2250 fino ai Masi di Cavalese, nei pressi del fiume Avisio, a meno di 900 metri di quota: è una pista infinita, sempre divertente e mai noiosa, e l’ultimo tratto – la cosiddetta Olimpia 3 – è illuminato la sera un paio di volte la settimana per coloro che vogliono provare lo sci in notturna.
E se la pista Lastè è la più divertente e panoramica a Bellamonte, al Passo Rolle non si può non provare la Paradiso, di nome e di fatto.
Numero piste: 96
Km sciabili: 112
Piste Azzurre:  39
Piste Rosse:  42
Piste Nere:  15
Dislivello: 1613 metri (da 875 a 2488)

Impianti di risalita in Val di Fiemme

Gli impianti di risalita in Val di Fiemme sono 44, tutti moderni, veloci e confortevoli, con 21 seggiovie, 12 cabinovie, un telemix (che è una via di mezzo) e una decina di skilift in alta quota. Qui sono presenti alcuni degli impianti più importanti di tutto il Dolomiti SuperSki, prima tra tutti la storica telecabina del Cermis parte direttamente dal centro del paese, scende nel fondovalle oltrepassando il fiume e risale sul versante opposto fino a quota 2250 metri.
La seggiovia Monte Agnello a Pampeago gode di una qualità unica al mondo: passa infatti sopra al Parco d’Arte Respirart e dal seggiolino – così come dalla omonima pista sottostante – si può godere della vista su una serie di installazioni artistiche in pietra e legno di grandi dimensioni, opera di nomi molto noti a livello internazionale nell’ambito della Land Art.
La nuova telecabina Castelir-Fassane a Bellamonte è tra le più all’avanguardia in Italia e offre cabine ultraveloci e ultrasilenziose, sedili riscaldati e connessione wifi gratuita.

Numero impianti: 44
Seggiovie: 21
Cabinovie: 12
Telemix: 1
Sklilift: 10
Portata oraria: 60.000 persone

Skipass in Val di Fiemme

Detto che tutti gli impianti nella zona sciistica della Val di Fiemme fanno parte del carosello del Dolomiti SuperSki, lo skipass di valle che permette di sciare per uno o più giorni su tutte le piste costa 52 euro in alta stagione (48 euro in bassa).
Per informazioni aggiornate sui costi e sulle offerte si può visitare il sito ufficiale.
Se cerchi località economiche, qui trovi il nostro articolo sui consigli per sciare dove costa meno in Trentino.  

Meteo neve in Val di Fiemme

Tutte le piste della Val di Fiemme e quelle di altri comprensori collegati (come l’Alpe Lusia o Obereggen) godono sempre dell’innevamento garantito che copre il 90% dei chilometri sciabili (dando per scontato che la neve ci sia sempre in alta quota nel rimanente 10%). la neve in Fiemme è generalmente abbondante fin dall’inizio della stagione: la pista che arriva a quote più basse – l’Olimpia del Cermis – è però esposta a nord ed è di solito l’ultima a chiudere.
Qui trovi informazioni sul Meteo a Cavalese

Alberghi, ristoranti e rifugi in Val di Fiemme

In tutta la valle, da Cavalese a Predazzo, è sempre possibile trovare una sistemazione alberghiera o extraalberghiera in virtù degli oltre 12000 posti letto a disposizione, tra agriturismi, B&B, hotel di livello e appartamenti. Tra i più noti ci sono certamente il Bellavista a Cavalese di proprietà del fondista Franco Nones, già medaglia olimpica a Grenoble nel 1968 e lo Scoiattolo a Pampeago, tra i preferiti degli sciatori e dove spesso si rifugiano gli atleti in allenamenti su quelle piste.
La cucina trentina della Val di Fiemme è molto apprezzata con i piatti tipici di canederli, la carne salada e la selvaggina ed è ben rappresentata da diversi ristoranti di alto livello, tra cui lo stellato El Molin a Cavalese dello chef Alessandrio Gilmozzi.
Da queste parti si mangia particolarmente bene anche e soprattutto nei rifugi sulle piste: i più famosi da questo punto di vista sono lo Chalet44 a Bellamonte, la Malga Caserina a Pampeago e la Baita Gardonè all’arrivo della telecabina da Predazzo dove la, padella con il tris di primi richiama folle di sciatori.
Lo stesso Chalet44 appartiene peraltro a quella categoria dei nuovi “rifugi di design”, realizzati con legno, pietra, acciaio e grandi vetrate panoramiche: ne fanno parte anche lo Chalet dell’Alpe Cermis e ovviamente l’Oberholz di Obereggen, un fiore di cemento con tre petali di vetro che si accorda perfettamente con la natura circostante.
Qui puoi cercare e prenotare alloggi in Val di Fiemme in hotel, case, B&B, agriturismi, camere e altre strutture

Altre attività sulla neve in Val di Fiemme

La Val di Fiemme oggi è un riconosciuto tempio dello sci alpino ma non  va dimenticato che è famosa nel mondo soprattutto per lo sci nordico, avendo ospitato tre edizioni dei Campionati Mondiali negli ultimi vent’anni e la tradizionale Marcialonga, la gara di sci di fondo lunga 72 km a cui ogni inverno partecipano migliaia e migliaia di atleti da tutto il mondo.
Non per niente, le sue strutture (a partire dai trampolini per il salto di Predazzo) saranno sede delle gare di sci nordico alle prossime Olimpiadi di Milano-Cortina nel 2026. Oltre che per lo sci di fondo (non bisogna dimenticare nemmeno gli 80 km di tracciati in alta quota al Passo Lavazè), questo è anche uno dei luoghi più ricercati per praticare lo scialpinismo e lo snow walking con le ciaspole, tanto che sono numerosi gli itinerari certificati che vengono segnalati sulle mappe della valle, soprattutto sul versante della catena del Lagorai.
Qui trovi i nostri consigli per iniziare ad andare con le ciaspole. 
Ci si butta dal Cermis con il parapendio per un volo in tandem anche in pieno inverno e la sera si pattina in compagnia sia sulla pista all’aperto a Lago di Tesero che al Palazzo del Ghiaccio di Cavalese quando non ci sono le partite di hockey.
Lo skilift alla Malga Varena, inoltre, serve non solo i giovani sciatori alle prime armi ma anche coloro che si lanciano giù dalla lunghissima pista a tutta velocità sullo slittino e sulla snowbike. E per i bambini da queste parti non sono previste solo le tradizionali attività dei baby park ma c’è anche una struttura incredibile – il Roller Coaster – all’arrivo a monte della telecabina di Predazzo: è una sorta di ottovolante su cui un piccolo bob a due posti si lancia in una folla corsa in discesa tra le gli alberi della foresta, sfiorando le piste da sci. Da provare.

Come raggiungere la Val di Fiemme

Detto che è uno dei pochi posti sulle Dolomiti a poter essere raggiunto senza doversi sobbarcare tornanti e tortuose salite di montagna, la Val di Fiemme è a soli venti chilometri dall’uscita Ora-Egna dell’Autostrada A22 del Brennero, a 295 km in auto da Milano e a 170 km da Verona.
Chi vuole raggiungere la valle in aereo, sappia che l’offerta Ski Safari Fiemme-Obereggen include anche transfer di andata e ritorno dagli aeroporti di Verona, Bergamo, Treviso e Venezia.
In treno, le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di Ora Auer (26 km), Bolzano (38 km) e Trento (62 km).
[photo Credit Pier Orler per Visitfiemme.it]

Contatti in Val di Fiemme per lo sci

APT telefono: 0462 341419
APT email: info@visitfiermme.it
Ski Center Latemar telefono: 0462.813265

 

LEGGI ANCHE

©RIPRODUZIONE RISERVATA