I laghi del Trentino: sport, relax e divertimento

Lago di Caldonazzo e lago di Levico
Sono due laghi gemelli, ai piedi delle montagne, all'inizio della Valsugana vicino a Trento. Sia il Lago di Caldonazzo (il più grande, oltre 5 kmq) che quello di Levico (molto più piccolo) sono balneabili fin dal mese di maggio, grazie al particolare microclima della zona. Nel 2015 le spiagge di S. Cristoforo-Pergine Valsugana, Calceranica, Caldonazzo, Tenna si sono viste riconoscere la Bandiera Blu.
Il lago di Caldonazzo offre spiagge libere, stabilimenti balneari attrezzati, campeggi, ed è l'unico in cui è permessa la pratica dello sci nautico; non per niente da qui arriva Thomas Degasperi, già campione del mondo della disciplina. Inoltre si praticano la vela (anche per portatori di handicap), il windsurf, la canoa e il nuoto in acque libere, per non parlare della pesca al coregone, il pesce locale. Sulla spiaggia di San Cristoforo è stata istituita una "Bau Beach" dove è obbligatorio l'utilizzo del guinzaglio per i cani, che però trovano ampi spazi per giocare..

riva del garda
torbole
ledro
levico caldonazzo
molveno
tenno

Chi associa l’immagine del Trentino solo alla montagna se ne perde una bella fetta. I laghi della regione infatti sono una parte importante – anzi, straordinaria – per tutti gli amanti dell’outdoor. Sono proprio i laghi, 297 in totale, a rendere il Trentino un posto unico: aggiungono un panorama diverso dove potersi rilassare, e un “campo giochi” diverso dove poter praticare anche altri sport oltre al trekking e all’arrampicata tipici della montagna.

Pubblicità

SportOutdoor24 vi dice dove e come, ma per ulteriori approfondimenti cliccate qui. Qui invece trovate le migliori proposte vacanza sui laghi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità