Una notte in rifugio a 2850 metri. Da provare una volta nella vita

Perché venire al Bellavista è presto detto. Oltre alle sensazioni forti di cui abbiamo accennato all'inizio, non va dimenticato che questo è un rifugio storico aperto nel 1896 in uno dei punti più panoramici di tutte le Alpi. E già questo basterebbe. L'altitudine poco consueta, il fatto che ero l'unico di madrelingua italiana su una settantina di presenti, i soffitti bassissimi, le assi di legno dei pavimenti che scricchiolano e il vento che fischia creano l'atmosfera. E le piste da sci fuori dalla porta - spettacolari e molto tecniche - concludono il quadretto.

Rifugio Bellavista, Val Senales
Rifugio Bellavista, Val Senales
Rifugio Bellavista, Val Senales
Rifugio Bellavista, Val Senales
Rifugio Bellavista, Val Senales
Rifugio Bellavista, Val Senales

È un’esperienza a dir poco fantastica, alla portata di tutti, anche di coloro che vogliono solo provare emozioni forti (e particolari) pur non essendo dei grandi sportivoni. E se poi vi va di dormire in un rifugio in alta quota, in mezzo ad un ghiacciaio (o quasi) in pieno inverno, tutto è ancora più intenso e, per certi versi, estremo. Noi siamo andati al Rifugio Bellavista, a 2850 metri di altitudine, in Alta Val Senales. Ecco la “cronaca vera” di una serata diversa dal solito.

Pubblicità

Credit Senales Turismo & Meranerland

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità