Come (e quanto) correre per dimagrire

Correre Dimagrire

Se state pensando di cominciare a correre per dimagrire, siete sulla strada giusta. Ma attenzione: perdere grasso è diverso da bruciare il grasso, e per dimagrire davvero, perdere il grasso in eccesso e aumentare muscoli e massa magra è importante prima di tutto sapere come funziona il nostro corpo.

Fondamentalmente, quando corriamo il nostro corpo usa sia carboidrati che grasso come energia. L’uso di carboidrati o grasso durante la corsa dipende dalla velocità e dall’intensità con cui si corre: per corse ad alta intensità o interval workout (sedute di allenamento con momenti ad alta intensità intervallati a momenti di recupero come quelle che vi abbiamo descritto qui) il nostro corpo impiega prevalentemente i carboidrati. Questo perché sono più veloci da utilizzare. Se invece corriamo a ritmo blando e per un tempo prolungato, il nostro metabolismo brucerà i grassi.

Quindi basta correre piano e a lungo per dimagrire? No, perché per dimagrire non basta bruciare il grasso di troppo. Bisogna in realtà bruciare più calorie di quante se ne assumono. E più si lavora intensamente, più si bruciano calorie. Correndo o facendo qualsiasi sport o attività fisica.

> Per approfondire: I 10 migliori sport per dimagrire

Quindi per bruciare molte calorie con la corsa bisogna correre ad alta intensità. No, non uno sprint, ma più o meno all’80% della propria massima frequenza cardiaca. Diciamo un ritmo che impedisce di parlare con il proprio compagno di allenamento, ovvero appena sotto la soglia aerobica. C’è un però: per correre a questo ritmo bisogna essere molto allenati, ma se l’obiettivo è dimagrire molto probabilmente non si è ben allenati. Allora bisogna trovare una strategia diversa.

Per esempio variando il ritmo della corsa, da un giorno all’altro oppure all’interno della stessa seduta di corsa. Dopo qualche mese di allenamento di corsa regolare, si può cominciare a inserire una o due sedute di corsa veloce a settimana: più o meno 20′ all’80% della massima frequenza cardiaca (dopo aver fatto un ottimo riscaldamento). Oppure si può cominciare facendo interval training: 2′ ad alta intensità sempre all’80% della frequenza cardiaca e 2′ a ritmo blando, per recuperare. Già farne 10 in totale è un buon inizio per cominciare a perdere peso: si può poi aumentare il tempo oppure il numero di ripetizioni.

> Per approfondire: 17 validi argomenti per convincere qualcuno a cominciare a correre

Hai deciso di cominciare a correre per mantenerti in forma? Allora potrebbero interessarti anche questi articoli:

Credits: FlickrCC dalioPhoto

©RIPRODUZIONE RISERVATA

17 responses to “Come (e quanto) correre per dimagrire

  1. Tutto vero io con un’ora di spinnig e un’ora di camminata veloce con battiti a 115 in 4 mesi ho perso 12 kiwi e 13 centimetri in cintura. Senza fare dieta. Ho 70 anni mai fatto sport in vita mia. Buon risultato ciao

  2. Però i lunghi sono lunghi ….. Minimo 14 km ritmo lento
    Giusto allenamento per dimagrire sono 18 km per 3 volte alla settimana lenti lenti

  3. si ok va bene , ma io dopo 20 di corsa e partecipato ad gare compreso maratone, mi ritrovo con le ginocchia massacrate, cartilagine consumata menisco rotto e mal di schiena, il medico dice niente corsa ma io ogni tanto vado ad ritmo blando un oretta, anche se il giorno dopo ho le ginocchia bloccata, la corsa alla lunga può dare seri problemi , io ho 63 anni.

  4. mi piacerebbe sapere su che meccanismo fisiologico si basa la tesi di quest’articolo
    io ho sempre saputo che a parità di percorrenza si “spendono” le stesse calorie, le famose 0,9 calorie/chilo.
    se corro 10 km, avro’ consumato esattamente le stesse calorie correndo al 70% o all’ 80%. ovviamente correndo all’80% i 10 KM li finiro’ in meno tempo
    In altre parole, l’intensità non c’entra nulla in ottica riduzione peso

  5. E’ vero. Credo anche che la corsa sia il modo migliore per dimagrire perchè il fisico si adatta ad ogni nuova situazione. Quando si corre con regolarità per 35′ al giorno si arriva ad un certo punto che non c’è neanche bisogno di sforzarsi a fare diete particolari e il cervello ad un certo punto ci dice: ” basta mangiare sono sazio…basta vino , birra…non mi va più, non ne sento l’esigenza!” Difatti per correre ci vuole un corpo leggero altrimenti si fa più fatica e quindi la corsa diventa un ottimo autoregolatore per vivere sani ed….in forma!

  6. ho iniziato a correre nel 2011 quando ho smesso di fumare ho 49 anni e un fisico no certo da runner infatti peso 98 kg per 178 cm comunque riesco a fare i miei 10 km in 1 ora con tranquillità anche 4 volte a settimana il consiglio che posso dare è quello di non pensare a quanto si corre e in quanto tempo l’importante è farlo e stare bene.

  7. Ciao a tutti io sono una principiante….e sono stufa di non perdere un etto con le famose diete….sono sempre stata pigra …ma ora basta voglio cominciare con lo sport…un po di corsetta….qualcuno può aiutarmi con un allenamento per principianti….si accettano consigli😉😉😉😉

  8. Bisogna ricordarsi che non siamo tutti uguali.
    Ognuno ha la sua struttura fisica, il suo metabolismo, e quindi la propria resistenza all’allenamento.
    Non si puo’ generalizzare, tantomeno quando si parla di alimentazione o di allenamento.
    Provate a capire quello che VI PIACE fare di sport e fatelo! Il resto verrà di consequenza.

  9. Io questa settimana ho fatto 20 km in tre giorni diversi , 7 + 7 + 6 per un totale di 1h53′. Peso parecchio anche se mi sono sempre allenato almeno 1 volta la settimana nel periodo ottobre-giugno.. non accenno a diminuire molto.. devo aumentare la velocità o aumentare i km a 10? Peso 103 kg x 1.81.età 38

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *