Perché un cane ci fa vivere a più lungo (e meglio)

CANE_00

Il cane ti fa vivere più a lungo: non solo l’animale amico dell’uomo è di per se’ simbolo di vitalità e allegria, ma una ricerca spiega che chi ha un cane finisce per avere benefici che allungano la vita proprio grazie alla vicinanza con il quadrupede. Un recente studio di due Università del Regno Unito, Lincoln e Glasgow, ha poi evidenziato come la presenza di un cane accanto a persone over 65 contribuisca in maniera molto concreta a far raggiungere i livelli di attività fisica raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Con conseguenze positive sul cuore e la circolazione , la diminuzione dei rischi di ictus, l’aumento del buonumore. Sono 4 i motivi per cui un cane ci fa alzare dalla poltrona, allunga e migliora la nostra vita.
>>Leggi anche: 8 motivi per il quali un cane ci migliora la vita

Un cane fa bene al cuore in tutti i sensi

La necessità di stabilire una routine quotidiana di passeggiate con il proprio cane, così come di distrarlo con una serie di giochi costituisce per l’uomo una attività fondamentale per una longevità sana e attiva. I benefici fisici ed emozionali che porta la presenza di un cane nella nostra vita contribuiscono alla diminuzione di malattie cardiache, ictus, tumori e depressione.
>>Leggi anche: Il cane, un personal trainer davvero speciale

Un cane fa camminare di più

Lo studio effettuato dai ricercatori universitari inglesi e scozzesi ha evidenziato come un proprietario di un cane ha una media quotidiana di cammino di 22 minuti in più rispetto agli altri. Ciò significa aggiungere quasi 3000 passi al giorno ad una velocità da intensa a moderata e inoltre un proprietario di cane ha un minor numero di soste durante la sua passeggiata. Fatti che portano in generale a raggiungere i livelli di attività fisica quotidiana consigliata dall’OMS.
>>Leggi anche: In montagna col cane, le precauzioni

Un cane come antidoto allo stile di vita sedentario

La ricerca è stata effettuata su 43 coppie, tutte over 65, proprietarie di cani e non. Per un anno intero è stata monitorata la loro attività fisica quotidiana: il tempo dedicato al camminare con un ritmo moderato, il tempo dedicato al riposo e/o seduti. L’obiettivo dello studio era quello di valutare l’influenza che ha la convivenza con un cane nell’attività fisica, nel comportamento sedentario e nello stato di salute delle persone anziane.
>>Leggi anche: La vita sedentaria ci fa invecchiare di 8 anni. Come si può rimediare ?

Un cane fa la differenza, sempre

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda, al fine di migliorare le funzione cardiorespiratorie, muscolari, la salute delle ossa, depressione e deterioramento cognitivo, un’attività fisica moderata di almeno 150 minuti settimanali per gli adulti over 65 e in questo senso avere accanto un cane può fare decisamente la differenza.  Aggiungere quei 20 minuti di camminata quotidiana che il nostro amico a 4 zampe ci “obbliga” a fare, potrebbe essere il segreto dell’eterna giovinezza e di una vita sana, ma soprattutto ricca di felicità e sensazioni positive che solo un cane può regalare.
>>Leggi anche: Stare nella natura è il segreto della longevità
[photo credits: pixabay.com, petfoodindustry.com]

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA