5 ‘allarmi’ che indicano che è ora di fare attività fisica

attività_fisica

L’inattività porta sicuramente il nostro organismo a reagire in maniera molto precisa lanciando messaggi che lamentano il bisogno di praticare attività fisica. Alcuni sono evidenti come l’obesità o la mancanza di massa muscolare, altri invece necessitano di esami clinici come l’ipertensione, il colesterolo alto, così come l’osteoporosi o l’osteopenia (riduzione della massa ossea).

>>Leggi anche: Sindrome di Homer Simpson: la sedentarietà è un’epidemia che colpisce fin da bambini

Alimentazione sbagliata, poco movimento= insonnia e depressione

Senza essere così radicali, ma un’alimentazione non corretta e disordinata, sommata alla mancanza di movimento e esercizio fisico, in determinate situazioni,  porta il nostro corpo a reagire a questa assenza di energia, provocando disturbi che vanno dall’insonnia alla depressione. Il corpo manda dei segnali d’allarme che ci dicono che è giunto il momento di fare qualcosa.

>>Leggi anche: Nel 2018 la dieta ‘top’ è quella mediterranea

Sistema immunitario debole

Ammalarsi con maggiore frequenza del normale è sicuramente un segnale.  Fare esercizio fisico con regolarità è un buon ‘antidoto’ come conferma uno studio dell’Università di Harvard che sostiene come “l’attività fisica regolare favorisce un sistema immunitario efficiente. Stimola una buona circolazione che consente alle cellule e alle sostanze del sistema immunitario di muoversi attraverso il nostro organismo svolgendo il loro lavoro in modo efficiente”.

>>Leggi anche: Dopo i 45 anni quanto e come bisogna allenarsi per avere un cuore sano ?

Depressione e sbalzi d’umore

L’esercizio fisico aumenta la dopamina e le beta-endorfine, migliorando lo stato d’animo, la memoria e la produttività, quando la mancanza di stimoli prende il sopravvento. Un’ora di esercizio fisco alla settimana può bastare a prevenire stati di depressione, indipendentemente dal tipo e l’intensità dell’attività.

>>Leggi anche: L’attività fisica all’aria aperta è un aiuto contro la depressione

Respirazione affannosa

Un altro dei segnali più comuni è la mancanza/difficoltà di respiro facendo movimenti che normalmente non provocano questo disturbo o che non richiedono uno sforzo ‘incredibile’, come salire le scale. Questo è sicuramente sintomo  di un sistema cardiovascolare ‘difettoso’.

>>Leggi anche: Il modo giusto di respirare durante la corsa

Insonnia

L’esercizio fisico favorisce il sonno ristoratore poiché aiuta a regolare il ritmo circadiano (sonno-veglia) che a sua volta aiuta e sintonizza i cicli del sonno. L’esercizio in ogni caso non deve essere fatto nelle ore vicine al momento di andare a dormire perché l’attività fisica produce il rilascio del cortisolo che rende difficile addormentarsi, aumenta le pulsazioni e attiva il sistema nervoso generando eccitazione.

>>Leggi anche: Ecco perchè un week end all’aria aperta aggiusta il nostro orologio biologico e sconfigge l’insonnia

Stitichezza

L’attività fisica stimola il funzionamento dell’intestino. Più ci si allena, meno tempo il cibo impiega a passare attraverso l’intestino crasso che a sua volta riduce la quantità d’acqua che il corpo assorbe dal materiale fecale.

 


[photo credits:  pixabay.com]

©RIPRODUZIONE RISERVATA