Lenti a contatto, sudore e polvere: tutti i consigli

Lenti a contatto, sudore e polvere: tutti i consigli per chi pratica sport indossando le lenti e vuole eliminare i principali fastidi

Portate lenti a contatto e temete le situazioni in cui polvere, fango, sudore e variazioni di altitudine la fanno da padroni? Se indossate le lenti a contatto anche quando fate sport, o non potete fare a meno di indossarle anche quando andate in (alta) montagna, ecco tutte le indicazioni e i consigli del professor Fabrizio Zeri, contattologo, dottore in Psicologia Sperimentale, dottore di ricerca in Neuroscienze Cognitive, professore a contratto presso il corso di laurea in Ottica e Optometria della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università Roma TRE. (Qui trovate anche i suoi consigli sull’uso delle lenti col freddo e la neve.)

Lenti a contatto, sudore e polvere: tutti i consigli

Chi pratica trekking ed escursionismo ha spesso a che fare con la polvere: può essere causa di problemi per chi porta le lenti a contatto?
La polvere è fastidiosa per chiunque, ma sicuramente per il portatore di lenti a contatto potrebbe risultare più problematica. È buona norma portare con sé del liquido di lubrificazione per risciacquare l’occhio e avere lenti a contatto di scorta, nel caso fosse necessario sostituirle.

L’altitudine influisce sull’uso delle lenti a contatto?
L’altitudine ha un impatto fisico-ambientale di cui dobbiamo tenere conto. Grazie alle lenti a contatto prodotte oggi con i materiali innovativi disponibili, si può ovviare completamente a questo problema. Non dobbiamo dimenticare che la ricerca ha fatto veramente passi da giganti. Basta pensare che già nel 1975, con le prime lenti a contatto morbide, all’epoca introdotte da pochi anni sul mercato, fu possibile per alcuni alpinisti raggiungere con successo gli 8.848 metri della vetta dell’Everest.

Lenti a contatto, sudore e polvere: tutti i consigli

Le lenti a contatto si possono usare con qualsiasi tipo di occhiale da sole? Ci sono lenti più adatte?
Le lenti a contatto si possono tranquillamente usare con qualsiasi occhiale da sole. Esistono poi degli occhiali tecnici dotati di filtri solari più adatti a essere utilizzati in ambienti che, a causa dell’aumento della radiazione ultravioletta e dell’intensità luminosa, richiedono maggiori protezioni. In generale, filtri solari di tipo polarizzato, specchiati, risultano essere una soluzione confortevole, sia per il portatore di lente a contatto, che per il non portatore. Esistono in commercio, inoltre, lenti a contatto con protezione dai raggi UV, da utilizzare insieme con gli occhiali protettivi.

Ci sono eventuali accorgimenti nella manutenzione delle lenti a contatto quando le utilizziamo in presenza di polvere e sudore, o quando si sale di altitudine?
Nella normale attività di trekking non sono richiesti particolari accorgimenti di manutenzione rispetto a quanto normalmente il portatore fa per le proprie lenti a contatto. Sicuramente lenti a ricambio giornaliero, che minimizzano le operazioni di gestione, possono essere più vantaggiose. Un piccolo suggerimento utile per chi fa trekking è quello di portare sempre delle soluzioni lubrificanti e delle lenti di scorta nello zaino. È fondamentale, sempre, fare attenzione alla pulizia delle mani nelle operazione di gestione necessarie delle lenti.

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...