I parchi di Milano in cui fare sport: il Parco Nord

Il Parco Nord è un polmone verde di 640 ettari che tocca non solo il Comune di Milano, ma anche quello di Bresso, Cusano Milanino, Cormano, Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni.

Si distingue per l’impeccabile cura del paesaggio naturale e per la pulizia degna di nota, che rendono il luogo piacevole e rasserenante.
Il “Nord” è caratterizzato da una magnifica varietà di attrezzature sportive di diverso genere, alcune delle quali uniche a livello metropolitano.

 

>> Leggi anche: Parchi di Milano in cui fare sport: il Parco Sempione

Dove fare sport a Milano: il Percorso Vita al Parco Nord

Partiamo dal percorso vita composto da tredici stazioni di esercizio (sbarre per le trazioni, parallele e così via) con relativi cartelli che spiegano come svolgere l’attività; l’itinerario si articola lungo la Grande Rotonda allargandosi verso l’esterno, con il punto di arrivo e di partenza situato in Via Gorkji a Cinisello.

Si tratta di un tour di allenamento non particolarmente esteso ma completo e ben tenuto, oltretutto accessibile 24 ore su 24.

 

>> Leggi anche: Il fitness all’aperto: lo street workout

Andare in bici al Parco Nord: il Velodromo

Il parco si distingue anche grazie al velodromo, una pista a forma ellittica da ciclismo ad alta velocità destinata sia ai comuni cittadini sia ad eventi sportivi di discreta rilevanza.

La struttura ha delle specifiche norme di comportamento (obbligo del casco e di una bici con ruote di circonferenza pari o superiori ai 24 pollici, vietato l’ingresso ai minori di 14 anni non accompagnati) e si trova a circa 300 metri dall’ingresso di via Berbera-Finanzieri d’Italia a Milano. Lo si può raggiungere con i bus 42 (capolinea) e 708 (fermata via XX Settembre).

L’ingresso è consentito solo ai ciclisti tesserati: la tessera è acquistabile direttamente presso l’impianto sportivo (1 € ad entrata) negli orari e nelle giornate di apertura (chiuso il lunedì e durante i giorni festivi canonici, aperto dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 20.00, eccetto nei fine settimana che non apre il pomeriggio). Nei periodi di forte pioggia il Velodromo, fino allo svuotamento e alla pulizia dell’invaso, non è accessibile.

 

>> Leggi anche: Dimagrire pedalando: come perdere peso andando in bicicletta

Dove correre al Parco Nord di Milano

Si divide in due parti (una da 10 km e una da 5) che descrivono altrettanti anelli nella parte est; la fine non coincide con l’inizio ed è situata, però, a poche decine di metri di distanza dalla partenza. Ideale per tutte le intensità di allenamento.

 

>> Leggi anche: Dove correre a Milano: 6 percorsi nei parchi in città

Che altri sport fare al Parco Nord di Milano: calcio, basket e… baseball

Parco Nord vanta anche la presenza dello Stadio Breda (4000 posti, casa della Pro Sesto A.C.) e di un campo da baseball vicino all’ingresso di via Maestri del Lavoro, che solitamente apre solo su prenotazione contattando l’Associazione Sportiva Baseball and Softball Camp (BSC). I campi da calcio sono quattro e quelli da basket tre. Menzione negativa per il playground di via Cesari a Milano, che ha una pavimentazione sconnessa e all’apparenza è fatiscente, nascosto e abbandonato a se stesso. I campetti più frequentati sono quelli di via Arezzo, destinati all’uso libero e quindi sempre aperti.

 

>> Leggi anche: Dove fare sport all’aperto a Milano (anche dopo Expo)

Parco Nord Milano: come raggiungerlo

Il parco è raggiungibile con i mezzi pubblici: da Milano Centrale prendere l’autobus 723 per Monza, fermata Centro Scolastico Parco Nord, poi scavalcare passerella ciclopedonale; dalla fermata della metro M1 Sesto Rondò prendere autobus 708 per Bresso – Fermata Parco Nord. Con la metropolitana: M3 fino a Zara poi cambiare con M5 fino al capolinea Bignami. Oppure alla fermata M5 Bignami prendere la metrotranvia 31 direzione Cinisello e scendere alla fermata successiva Parco Nord Torretta (limite tariffa urbana) o alla fermata Parco Nord Clerici (interurbana).

 

 

Gli altri parchi di Milano in cui fare running e fitness

Se alcune zone milanesi possono essere affollate, in compenso in città c’è ampia scelta sui parchi in cui correre e allenarsi. Noi li abbiamo provati e ‘recensiti’:

Se vuoi, puoi cercare di fare kayak, canoa e canottaggio in città, trovando meno traffico.

O provare a uscire da Milano, sul Naviglio Martesana o sul Canale Villoresi.

O ancora più fuori, nel Parco della Brughiera Briantea, o sulla bellissima ciclabile di Comabbio.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Parliamone sulla nostra pagina Facebook

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA