Dove correre a Milano: 6 parchi in città con percorsi per il running

Dove correre a Milano? Un po’ di anni fa era imbarazzante rispondere a questa domanda, ora è tutto diverso. Esclusi viali e strade, dove la qualità dell’aria è tra le peggiori d’Italia a causa dell’inquinamento da polveri fini, i milanesi amanti del running hanno tuttavia degli ottimi posti in cui correre, a cominciare da 6 parchi in città nei quali il Comune ha predisposto dei percorsi segnalati e illuminati e, in alcuni casi, anche strutture convenzionate con spogliatoi in cui cambiarsi e fare la doccia utilizzando la tessera CorriMi (10 euro il costo annuo, informazioni sul sito oppure presso la Fidal Provinciale, c/o Arena di Milano, Via Repubblica Cisalpina, 1 – tel 02 33605803). Un’alternativa molto amata dai runner per correre a Milano sono i percorsi lungo i navigli. Il Naviglio Martesana: da via Melchiorre Gioia fino in fondo a via Padova e ritorno sono circa 7km, ma nulla impedisce di proseguire fuori città ed eventualmente tornare con la metropolitana. Purtroppo la sera è scarsamente illuminato, e alcuni tratti sono stretti e maltenuti. Poi ci sono il Pavese e il Grande, anche questi molto frequentati e ben illuminati. Insomma, Milano è città di gente che corre, non solo per lavoro e non solo per la Stramilano, la Maratona e la DJTen: ecco 6 percorsi e qualche suggerimento per il running in città.

Pubblicità

Parco Sempione.
Centralissimo, comodo anche in pausa pranzo, ha un percorso di 3,5km, a volte stretto e affollato ma ben illuminato. Per farsi una doccia ci sono gli spogliatoi dell’Arena. Per allungare il percorso si può correre all’esterno, ma i marciapiedi milanesi sono spessi un percorso a ostacoli.

Parco Monte Stella.
La celebre ‘montagnetta’, con un tracciato di 2,5km ricco di salite e sterrati chiamato anche percorso Cova perché qui l’Alberto olimpionico ha preparato molte delle sue vittorie. Non è improbabile incrociare anche qualche vip-runner meneghino. Per gli spogliatoi ci si può appoggiare al campo di via XXV Aprile.

Parco Lambro.
Il percorso ufficiale è di 3,7km, ma non mancano le possibilità di allungare con digressioni varie. Purtroppo è periferico, e in certi periodi dell’anno gli odori del Lambro non sono il miglior compagno d’allenamento.

Idroscalo e parco Forlanini.
Il ‘mare dei milanesi’ ha anche un percorso di 6,7km, largo e ben illuminato. D’estate è sempre affollato, anche di zanzare, ma non mancano gli spazi per il relax nel verde. Nel parco Forlanini a ridosso dell’aeroporto di Linate, ci sono invece ben 3 percorsi da 4, 5 e 7 km, anche questi molto frequentati.

Parco di Trenno. In zona stadio di San Siro, ha un percorso da 4km sia sterrato che su asfalto, anche se certi punti sono poco illuminati. Per allungare si può fare l’accoppiata con il vicino Parco delle Cave che dal 2014 entra tra quelli del progetto CorriMi.

Giardini Indro Montanelli a Porta Venezia.
Il percorso è di appena 2km, ma i giardini sono molto belli, perfetti anche per una sgambata in pausa pranzo o una corsetta veloce per chi ha appena iniziato. Si può correre tranquilli, è sempre molto frequentato, e il fastidio maggiore può essere il ghiaino del fondo sterrato.

I 6 parchi di Milano in cui fare running e fitness

Se alcune zone milanesi possono essere affollate, in compenso in città c’è ampia scelta sui parchi in cui correre e allenarsi. Noi li abbiamo provati e ‘recensiti’:

Se vuoi, puoi cercare di fare kayak, canoa e canottaggio in città, trovando meno traffico. O provare a uscire da Milano, sul Naviglio Martesana o sul Canale Villoresi. E se invece vuoi provare a fare MTB dentro Milano, ora che la Lombardia è zona rossa e non si potrebbe uscire dai confini cittadini nemmeno per fare sport, puoi provare questi percorsi.

Ti è piaciuto questo articolo? Parliamone sulla nostra pagina Facebook

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità