La Via di San Francesco a piedi, tappe e consigli

la-via-di-san-francesco-consigli-tappe-trekking

 

Ci piacciono sempre di più i percorsi a piedi in Italia: la Via di San Francesco di Assisi in Umbria è un cammino a tappe fra i più suggestivi da fare sia in un trekking a piedi che in bici. Si cammina sui passi di San Francesco nei luoghi e nelle città dove il santo visse e compì le sue gesta. È un percorso a tappe diviso in due sentieri, uno che raggiunge Assisi dal nord e uno che ci arriva dal sud, partendo da Roma. Gli itinerari attraversano il cuore verde d’Italia e giunge alla Basilica di Assisi, dove il santo più amato di tutti ha rivoluzionato il rapporto di convivenza fra gli uomini e fra l’uomo e la natura. La via di San Francesco è tante cose insieme: un viaggio, un trekking, un’avventura nella natura, un pellegrinaggio spirituale, un’immersione nei borghi più belli del Centro Italia, o anche un tour in bici. Qui lo raccontiamo nelle tappe, con i consigli e le informazioni utili su come farlo, dove dormire, come avere la credenziale.

 

 

>> LEGGI ANCHE: Il Cammino delle Terre Mutate

 

 

Il Cammino di San Francesco, i consigli

La Via di Francesco è un cammino che nasce dai pellegrinaggi sulle orme del santo, un viaggio dello spirito che si basa sul rispetto della natura, dell’arte, delle tradizioni italiane. Ha qualcosa a che fare con il Cammino di Santiago (ne abbiamo parlato diffusamente raccontando le varie vie che puoi fare), ma essendo lungo un quarto del pellegrinaggio spagnolo, è se possibile ancora più intenso: i silenzi, i suoni della natura, le suggestioni dei luoghi in cui San Francesco passò e operò sono qualcosa che difficilmente si trova in altri cammini europei.

L’itinerario si sviluppa fra Umbria, Toscana e Lazio: chiaramente la parte principale è quella concentrata nella regione umbra. Lungo l’itinerario si incontrano luoghi sacri, borghi fra i più belli d’Italia e foreste fresche e selvagge.

Sono due i percorsi da fare. Il primo è la Via del Nord, che parte dalla cittadina toscana di La Verna ed è lungo circa 200 km suddivisi su 10 tappe. Il secondo è la Via del Sud, 300 km da Roma ad Assisi in 19 tappe. Entrambi prevedono delle varianti. Entrambi si possono fare sia a piedi che in bicicletta. E chi ha tempo e gambe può unirli in un itinerario unico di circa 500 km da La Verna a Roma.

 

 

>> LEGGI ANCHE: La Via degli Dei tra Bologna e Firenze

 

 

 

Il Cammino di San Francesco sulla Via del Nord

Il percorso del Nord che porta ad Assisi lungo la Via di San Francesco è lungo circa 200 km e si divide in 10 tappe. Si parte dal Santuario de La Verna in Toscana, uno dei luoghi più amati dal Poverello.
Si cammina nello splendido e misterioso Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, per poi entrare nella zona delle colline più morbide dell’Alta Valle del fiume Tevere in Umbria, si attraversano i centri di Citerna, Città di Castello e Pietralunga. Si giunge a Gubbio, cittadina ricca tesori artistici e luogo del primo pellegrinaggio di San Francesco, nonché celebre per l’incontro con il lupo.

A questo proposito ecco uno straordinario video di Lupo e Husky che familiarizzano sulla Via di San Francesco.

 

Tra salite e discese si attraversa il territorio verde di Valfabbrica fino all’approdo finale della Basilica di San Francesco in Assisi, la meta più rappresentativa della storia del Santo.

 

 

>> LEGGI ANCHE: Le più belle passeggiate in montagna vicino a Milano

 

 

Le 10 tappe della Via di San Francesco del Nord

Le tappe del cammino francescano sono in realtà 8, ma vanno aggiunte le due della variante che porta a Perugia, una deviazione che merita di essere fatta per visitare il capoluogo umbro, le sue bellezze e le sue prelibatezze gastronomiche.

In generale si tratta di tappe molto diverse l’una dall’altra nelle distanze: il motivo è dovuto alle opportunità di visite ai luoghi francescani, che in alcune tappe possono essere più d’uno.

La Via di Francesco è ben segnalata con i colori tipici della Via, cioè il giallo e il blu. In totale sono circa 200 km.

1 La Verna-Pieve Santo Stefano – 14,9 km

2 Pieve Santo Stefano a Sansepolcro – 35,1

3 Sansepolcro-Citerna – 12,1 km

4 Citerna – Città di Castello – 26,2 km

5 Città di Castello – Pietralunga – 29,5 km

6 Pietralunga – Gubbio – 26,1 km

7 Gubbio – Valfabbrica – 38 km

8 Valfabbrica – Assisi – 13,4 km

9 Variante Valfabbrica Perugia – 29,2 km

10 Perugia – Assisi – 25,3 km

 

 

>> LEGGI ANCHE: Guida al trekking: i consigli per camminare

 

 

Il Cammino di San Francesco sulla Via del Sud

Il percorso della Via Francescana del Sud parte da Roma e arriva ad Assisi in 19 tappe, per un itinerario lungo circa 300 km. Si parte da Roma lungo il fiume Tevere e si attraversa la campagna romana e la Sabina fino a Valle Santa di Rieti; qui tra boschi e colline si incontrano i santuari francescani di Greccio, La Foresta, Poggio Bustone e Fontecolombo. Particolarmente emozionante il passaggio dal Faggio di San Francesco a Rivodutri, circondato dalle vette del Terminillo. Il percorso tocca poi il Lago di Piediluco, la Valnerina, i borghi di Arrone, Ferentillo e Ceselli. Dopodiché si sale sul rilievo del Monteluco, dove sorgono il Bosco Sacro e il Santuario francescano di Monteluco. Passaggio successivo è la Valle di Spoleto, con i suoi borghi pieni di fascino, arte e buona cucina che nasce dalla campagna coltivata come Spoleto, Poreta, Trevi, Foligno e Spello. Il cammino arriva infine ad Assisi, alla Basilica Inferiore.

 

 

Le 19 tappe della Via di San Francesco del Sud

Le tappe del cammino francescano del Sud sono 19, di cui 14 lineari mentre 5 sono dedicate a varianti dell’itinerario. Una verso l’Abbazia di Farfa, tre fra Rieti e Arrone, l’ultima una variante con difficoltà escursionistica (leggi qui per capire come funziona la scala di difficoltà dei sentieri escursionistici) da Foligno ad Assisi.

 

 

la-via-di-san-francesco-consigli-tappe-trekking-assisi

 

La Via di Francesco nel tratto laziale è segnalata con la segnaletica CAI (segnale bianco-rosso) e con segnali giallo e blu. In Umbria invece, lungo tutto il tratto fino ad Assisi, il percorso è segnalato con i colori della Via: il Giallo e il Blu

1 Basilica di San Pietro in Vaticano – Monte Sacro – 15,2 km

2 Monte Sacro – Monterotondo – 18 km

3 Monterotondo – Ponticelli di Scandriglia – 28,8 km

3a Variante per l’abbazia di Farfa – 26,5 km

4 Ponticelli di Scandriglia – Poggio San Lorenzo – 20,4 km

5 Poggio San Lorenzo – Rieti 21,8 km

6 Rieti – Poggio Bustone – 17,8 km

6a Variante Rieti – Greccio – 23,4 km

6b Variante Greccio – Terni – 21,9 km

6c Variante Terni – Arrone – 15,7 km

7 Poggio Bustone – Piediluco – 22 km

8 Piediluco – Arrone – 12,9 km

9 Arrone – Ceselli – 14,6 km

10 Ceselli – Spoleto – 16,2 km

11 Spoleto – Poreta – 15,5 km

12 Poreta – Trevi – 12 km

13 Trevi – Foligno – 12,5 km

14 Foligno – Assisi – 19,3 km

14A Foligno – Assisi (tappa escursionistica) – 22,5 km

 

 

>> LEGGI ANCHE: Stare nella natura è il segreto della longevità

 

 

Il Cammino di San Francesco da La Verna a Roma a piedi e in bici

La Via di San Francesco si può percorrere per intero camminando da La Verna ad Assisi a Roma (o viceversa). La lunghezza del percorso è impegnativa: sono circa 500 km da percorrere in 29 tappe, a piedi, quelle che abbiamo descritto sopra.

In bicicletta invece ci si impiega la metà, o ancora meno se sei in forma e decidi di tirare dritto su alcune soste. Le tappe consigliate sono 14.

Qui puoi scaricare le mappe e le tracce GPX del Cammino

Ecco invece la mappa di tutto il percorso

 

la-via-di-san-francesco-mappa

 

 

 

>> LEGGI ANCHE: La Via degli Abati, le tappe da Pavia a Lucca

 

 

La credenziale, il Testimonium del cammino di San Francesco

Come nel Cammino di Compostela o in tanti altri pellegrinaggi a piedi, anche il Cammino di San Francesco concede ai trekker la credenziale, il documento di viaggio che distingue il pellegrino da ogni altro viaggiatore. Si chiama Testimonium Vitae Francisci e viene rilasciata da una autorità religiosa al completamento di ogni tappa, apponendo le date e i timbri dei luoghi di ospitalità.

 

Come avere il Testimonium

La Credenziale della Via di Francesco è approvata dalla Conferenza Episcopale Umbra, dalla Custodia Generale del Sacro Convento O.F.M. Conv. Assisi, dalla Provincia Serafica di San Francesco O.F.M. dell’Umbria, dalla Provincia Serafica O.F.M. Cappuccini dell’Umbria, dalla Provincia Serafica di San Francesco O.F.M. Conv. dell’Umbria e dalla Provincia di San Francesco d’Assisi del T.O.R.

Per averla va richiesta almeno 3 settimane prima della partenza ( 2 mesi per spedizioni fuori dall’Italia).
Chi non è certo del giorno esatto di partenza può spiegarlo nel modulo di richiesta.

È gratuita ma si consiglia un’offerta libera all’ufficio della Credenziale per coprire le spese di spedizione e sostenere i costi del servizio.

 

 

>> LEGGI ANCHE: Sentiero Italia, come percorrerlo

 

 

Dove dormire sulla Via di San Francesco

Le strutture ricettive lungo il Cammino Francescano sono molte. Non ci sono quelle dedicate espressamente ai pellegrini, ma c’è un progetto di accoglienza povera in via di sviluppo: a breve saranno disponibili strutture e locali messi a disposizione istituzioni, da enti pubblici, privati e religiosi: potranno alloggiare i pellegrini muniti di Testimonium.

Per ora si può dormire in alberghi, case, B&B, campeggi: ce n’è per tutte le tasche. Per le informazioni consigliamo il sito ufficiale della Via e i siti degli enti turistici regionali dedicati al cammino:

Via di Francesco

Umbria

Toscana

Lazio

 

 

 

Le guide per il Cammino di San Francesco

 

La Via di Francesc, o da La Verna e da Roma verso Assisi – di Paolo Giulietti, Gianluigi Bettin e Nicola Checcarelli – Terre di Mezzo
Una delle migliori guide sulla Via di San Francesco, soprattutto perché uno degli autori è tra le persone che hanno tracciato il cammino.

 

La Via di Francesco – di Fabrizio Ardito – Touring Club
Non proprio una guida, ma piuttosto un libro interessante e ricco di suggestioni da leggere prima di partire.

 

 

 

 

I consigli per fare i cammini più belli in Italia

Cosa portare in un trekking

Un mese o anche un weekend di trekking deve essere preparato con cura. dall’abbigliamento all’attrezzatura, alle scarpe, allo zaino. Puoi consultare le nostre guide, per capire come scegliere e prepararti all’avventura.

 

 

(foto viadifrancesco.it)

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA