10 motivi per mangiare la minestra di verdure

Perché mangiare la minestra di verdure?

La minestra di verdure è il tipico piatto autunnale e invernale: servito caldo, con sole verdure di stagione, e allora si chiama zuppa, o magari arricchito con l’aggiunta di riso (soprattutto in Lombardia) o pasta (nel Nord-Est), e allora è una vera e propria minestra, è un pasto buono e sano: purifica, disintossica, sazia ed è perfetto anche dopo lo sport. E allora, in tutte le sue varianti, da quelle di soli ortaggi a quelle con legumi, patate o pomodori (nel qual caso si tratta tecnicamente di minestrone) ecco 10 motivi per mangiare la minestra di verdure

10 motivi per cui mangiare la minestra di verdure

1. È buona

Sì, indubbiamente, la minestra di verdure è buona. A pranzo, nel mezzo di una normale giornata di impegni, la sera dopo un allenamento scaccia pensieri, nel rifugio di montagna dopo un trekking o nella pausa dello sci, non c’è niente di più buono di una minestra di verdure. E se poi si ha la fortuna di poterla cucinare da sé si può creare il mix di sapori preferito scegliendo verdure e ortaggi che più incontrano il proprio gusto.

2. È colorata

Anche l’occhio vuole la sua parte, e anche quando si tratta di mangiare, e senza arrivare agli eccessi degli impiattamenti da chef a 5 stelle, un bel piatto colorato, con l’arancio delle carote, il verde chiaro del sedano, i toni marroni dei fagioli e magari il rosso del pomodoro e il giallo del mais è colorato e bello da vedere.

3. Sazia

Con o senza riso o pasta, la minestra di verdure è un concentrato di fibre. E il mix di liquidi e fibre è perfetto per dare un bel senso di sazietà senza appesantire la digestione né esagerare con le calorie.

4. Ha poche calorie, perfetto per dimagrire

Un piatto di minestra di verdure senza nessuna aggiunta di pasta o riso è intorno alle 80/90 calorie. Con un filo d’olio EVO e magari una spruzzata di parmigiano si arriva a 120 cal. Riso o pasta ovviamente aggiungono calorie, ma mai si arriva alle 400 calorie di un piatto di pasta nella canonica porzione.

5. Favorisce la diuresi e contrasta la ritenzione idrica

Sedano e cipolla sono ricchi di potassio, che stimola la diuresi insieme a tutti gli altri sali minerali presenti nelle verdure come sodio, calcio e magnesio. E il brodo vegetale a sua volta contrasta la ritenzione idrica, con un’importante azione detox. Tutto però purché non si esageri con il sale o con il dado, o meglio ancora si preferisca insaporire con le erbe aromatiche ricche di sostanze antiossidanti.

6. È un concentrato di vitamine

Si farebbe prima a dire che ci sono praticamente tutte, ma se vogliamo essere precisi una minestra di verdure ricca e variegata contiene la pro-vitamina A, tutte le B e i folati, nonché le vitamine C, D ed E.

7. Dice no al colesterolo

La presenza infinitesimale di grassi è già un modo per limitare il colesterolo nel sangue, ma c’è di più: verdure, legumi e cereali integrali apportano fibre insolubili che limitano l’assorbimento di grassi e zuccheri, aiutando a ridurre il colesterolo.

8. Favorisce la regolarità e il transito intestinali

Favorire la regolarità e il transito intestinali è un modo molto elegante per dire che ci si libera regolarmente, facilmente e senza problemi. Ecco, con tutte le sue fibre, i suoi liquidi e le sue sostanze sane la minestra di verdura aiuta proprio a essere regolari.

9. È perfetto dopo l’allenamento

Cosa serve dopo un allenamento? Liquidi, sali minerali e rigenerare i tessuti muscolari. Ecco, per tutto quanto detto sopra la minestra di verdure fa proprio questo, reidrata i liquidi persi con la sudorazione, è ricco di sali minerali che contrastano l’invecchiamento cellulare dovuto ai radicali liberi che si formano nel corpo durante l’allenamento e può essere anche una fonte di proteine, vuoi vegetali o anche animali con l’aggiunta di parmigiano, pecorino o altre fonti.

10. Si può mangiare anche fredda

Già, uno pensa che la minestra di verdure sia solo un piatto caldo e fumante da mangiare con il freddo, e invece è buonissima anche tiepida o fredda, in estate, rinfrescante come una bella insalata.

©RIPRODUZIONE RISERVATA