5 motivi per partecipare al prossimo Salewa Get Vertical

Abbiamo avuto la possibilità di partecipare all’ultima tappa del Salewa Get Vertical di questa estate, quella di Val d’Isère, in Francia, e tra una scalata a Le Manchet e il trekking fino ai 3300 metri del Glacier du Ruitor, ci sono venuti in mente almeno 5 buoni motivi per provare a partecipare a questa base camp experience.

Pubblicità

> Leggi anche: Come partecipare a Salewa Get Vertical

1. È un’esperienza di vera alta montagna

Non si vince una passeggiata nei boschi ma un vero base camp in zone di alta montagna, con escursioni in alta quota e autentiche attività alpinistiche, sia estive che invernali. Il che non è banale e soprattutto non è scontato: certo c’è anche chi esperienze di questo genere è in grado di farle autonomamente (e allora passa al punto 3) e chi invece può cogliere l’occasione per vivere situazioni che da solo non sarebbe in grado di affrontare.

2. Le località sono tra le più belle delle Alpi

Noi siamo stati a Val d’Isère, ma prima il Salewa Get Vertical aveva fatto tappa a Obergurgl-Hochgurgl in Ötztal (Austria), San Martino di Castrozza in Trentino (Italia) e Pontresina (Svizzera). E in inverno era toccato ad Alta Badia, Grindelwad e San Martino di Castrozza.

3. È un’esperienza internazionale

I vincitori del concorso arrivano da numerosi paesi europei, ed è come un mini Erasmus del mondo verticale. La cosa interessante infatti è scoprire che esistono metodi e tecniche diverse per risolvere uno stesso problema. Noi per esempio abbiamo partecipato a una interessante disquisizione su quale sia il metodo migliore per fermarsi usando la picozza quando si scivola su un ghiacciaio con polacchi, francesi e tedeschi che proponevano 3 tecniche diverse.

> Leggi anche: Tenersi in forma in montagna: il fenomeno mountain training

4. Ci sono guide alpine professioniste

L’alta montagna e il mondo verticale non si improvvisano e dalla presenza e assistenza di una o più guide alpine professioniste ed esperte c’è sempre da imparare e scoprire. A maggior ragione se sono aperte al confronto e al dialogo come quelle che abbiamo conosciuto noi in Francia.

5. Puoi provare prodotti e materiali direttamente sul campo

A seconda delle località e delle attività ai partecipanti al Salewa Get Vertical vengono forniti prodotti tecnici, capi d’abbigliamento e calzature con la possibilità di testarle direttamente sul campo e confrontarsi con le guide alpine e i responsabili di Salewa circa le caratteristiche tecniche e di performance. Il che è un modo molto divertente per imparare a scegliere ciò che è più utile.

> Leggi anche: 6 buone abitudini per un trekking a impatto zero

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità