Ötzi, la mummia dal ghiaccio: escursioni e mostre a 25 anni dal ritrovamento

Otzi Mummia Val Senale Iceman

Era il 19 settembre del 1991 quando due escursionisti tedeschi ritrovarono, nei ghiacciai dell’Alta Val Senales, un corpo mummificato. All’inizio si penso a un alpinista disperso ma ben presto ci si rese conto che si trattava di un ritrovamento eccezionale, quello di un uomo vissuto oltre 5000 anni fa, in piena età del Rame. La mummia venne subito ribattezzata Ötzi, vezzeggiativo derivato dal luogo del ritrovamento, l’Ötztal, e nel tempo è diventata l’uomo più famoso dell’Età del Rame: oggi Ötzi è conservato preso il Museo Archeologico dell’Alto Adige di Bolzano, in una teca dove sono ricostruite artificialmente le eccezionali condizioni climatiche che ne hanno consentito la sua conservazione (temperatura costante sotto i -6°C e tasso di umidità prossimo al 100%) così come è conservata la sua ascia in rame che lo distingueva come una personalità importante della sua popolazione.

> Leggi anche: Come stanno i ghiacciai italiani?

Le escursioni sul luogo del ritrovamento

Per festeggiare i 25 anni dal ritrovamento di Ötzi in Val Senales sono state programmate una serie di escursioni sul luogo del ritrovamento della mummia. Ogni primo giovedì del mese (7 luglio, 4 agosto, 1 settembre e 6 ottobre) le guide di Culturonda Ötzi-Tour conducono alla visita del Museo Archeologico e, a seguire, dell’ArcheoParc di Senales dove è stato ricostruito il modello di villaggio in cui Ötzi viveva e dove vengono illustrate le attività tipiche di quell’epoca, compreso un pranzo “come ai tempi di Ötzi” (il prezzo è di 58 euro a persona, iscrizione e pagamento entro il martedì che precede la Culturonda® Ötzi-Tour presso l’Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano, www.bolzano-bozen.it).

Otzi Uomo Ghiaccio Val Senales

Non solo: Dal 14 al 16 luglio 2016 è in programma l’Ötzi Glacier Tour accompagnati da Tamara Lunger e Lino Zani, con arrivo sul luogo del ritrovamento della mummia, ai 3210 metri di quota del versante nord del Similaun (info e iscrizioni: Associazione Turistica Val Senales, tel. 0473/679148; richiesti attrezzatura adeguata e buona condizione fisica). L’escursione guidata Ötzi Glacier Tour si ripete anche nei martedì 6, 13, 20 e 27 settembre, mentre è in programma anche una meno impegnativa salita alla Punta della Vedretta attraverso un sentiero archeologico nei venerdì 2, 9, 16, 23 e 30 settembre.

Inoltre il 24 e il 25 settembre si tiene il singolare Campionato europeo di tiro con l’arco preistorico presso l’Archeoparc.

> Leggi anche: Sport da provare: il tiro con l’arco di campagna

Le mostre per festeggiare i 25 anni di Ötzi

Il Museo Archeologico dell’Alto Adige di Bolzano dedica ovviamente tutta una serie di iniziative all’anniversario del sensazionale ritrovamento, a partire dalla mostra “Heavy Metal – Come il rame cambiò il mondo”, allestita nelle sue sale fino al 14 gennaio 2018: l’esposizione ripercorre la storia del rame e le conseguenze che la sua rivoluzionaria scoperta ebbero per l’Homo Sapiens, oltre a riallacciarsi idealmente alla permanente dedicata alla mummia, ritrovata un quarto di secolo fa, e all’esposizione di altri e nuovi ritrovamenti archeologici dell’area alpina e significativi pezzi originali provenienti dalle regioni limitrofe (info www.iceman.it/it; orario di apertura: da martedì a domenica dalle 10 alle 18; in luglio e agosto anche il lunedì).

Per informazioni su tutte le attività si può fare riferimento all’Associazione Turistica Val Senales www.senales.it. Ulteriori informazioni: www.bolzanodintorni.info

> Leggi anche: Una notte a 2850 metri, da provare una volta nella vita

Credits: Iceman.it; Discovery Channel

©RIPRODUZIONE RISERVATA