Respirazione nuoto stile libero: come migliorarla

RESPIRAZIONE NUOTO STILE LIBERO: COME MIGLIORARE

Nella respirazione nuoto stile libero ogni nuotatore ha un lato preferito: c’è chi respira prevalentemente a destra e chi preferibilmente a sinistra ma questo, a lungo andare, può provocare scompensi a livello muscolare, causare lesioni da sovraccarico alla spalla, rendere meno equilibrata la nuotata, con una oscillazione più accentuata sul lato opposto a quello in cui normalmente si respira e una differenza di velocità tra le due bracciate. Tutte implicazioni negative che si possono eliminare migliorando la respirazione e imparando a respirare su entrambi i lati.

Respirazione nuoto stile libero: come funziona

La respirazione nuoto stile libero avviene con il lato opposto a quello in cui si respira che si inclina verso il basso per sostenere il peso del corpo in acqua mentre si esegue lo scambio respiratorio: se si respira a destra, a inclinarsi verso il basso è il lato sinistro, e viceversa. Questa oscillazione, ripetuta nel tempo, porta a sviluppare di più i muscoli del lato cosiddetto debole (e non tutti in modo armonico come spiegato qui) e la controprova è che nel lato preferito non si ingoia acqua mentre questo avviene quando si prova a respirare sul lato meno abituale. La respirazione nel nuoto a stile libero dovrebbe cominciare subito all’inizio della fase di presa e terminare alla fine della fase di spinta, quando il braccio sta per uscire dall’acqua e tocca rimettere la testa in acqua.

Respirazione nuoto stile libero: come migliorarla

Al netto di tutta la discussione su ogni quante bracciate respirare nel nuoto a stile libero, che puoi approfondire leggendo questo articolo, ci sono alcuni semplici esercizi che possono aiutare a migliorare la respirazione nel nuoto a stile libero.

Nuotare con un solo braccio, ovviamente quello meno preferito per respirare, può aiutare a migliorare la respirazione nello stile libero del nuoto. Se è troppo difficile farlo, tenendo il braccio opposto lungo il fianco, ci si può aiutare con una tavoletta bloccata afferrata con la mano e con il braccio disteso: questo non impedisce l’oscillazione ma aiuta il galleggiamento.

Per migliorare la respirazione nel nuoto a stile libero si possono usare anche le palette, la cui funzione abbiamo spiegato in questo articolo. Se si preferisce il lato destro, si usa la paletta solo sulla mano sinistra e ci si impone di respirare ogni 3 bracciate, adeguando il ritmo in modo da non finire a respirare troppo o troppo poco (come abbiamo spiegato qui)

Dopo i primi miglioramenti ci si può imporre di respirare solo sul lato debole per un intero allenamento, o per una parte di esso, di modo da migliorare l’abitudine a respirare su quel lato.

Se nuoti potrebbero interessarti anche questi altri nostri articoli di approfondimento:

Credits photo: CC Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA