Come procurarti dell’acqua in caso di emergenza

In condizioni d’emergenza, ciò che non deve mai mancare è l’acqua da bere: puoi anche restare senza mangiare per qualche giorno, ma non senza bere. Quindi o hai una buona scorta d’acqua, da sorseggiare con parsimonia a intervalli regolari, o hai le pastiglie per sterilizzare l’acqua che trovi in giro. Altrimenti ti devi arrangiare: Puoi trovare il modo di farla bollire (per almeno 1 minuto) o hai una borraccia specifica che filtra e purifica l’acqua come la Vapur di cui ti abbiamo parlato qui, oppure ti tocca costruirti un dissalatore d’emergenza per raccogliere l’acqua di condensa.

Pubblicità

Ecco quello che ti serve recuperare

  • Un sacchetto di plastica, meglio se trasparente
  • Un tubo di gomma
  • Un bottiglia tagliata
  • Qualche pietra, per tener fermo il tutto.

Come costruire il dissalatore d’acqua in 5 mosse

  1. Scava una buca profonda circa mezzo metro, e al fondo metti la bottiglia di plastica tagliata, con il lato aperto e largo verso l’alto.
  2. Ricopri l’incavo della buca di foglie ed erba fresca: serviranno per provocare la condensa.
  3. Infila il tubo di gomma nella bottiglia tagliata, e fallo uscire dalla buca.
  4. Ricopri il tutto con il sacchetto di plastica, tenendolo saldo ai lati della buca con delle pietre.
  5. Ora attendi con pazienza che le goccioline d’acqua create dalla condensa sul telo di plastica scivolino e cadano nella bottiglia tagliata, e poi senza smontare il dissalatore solare bevi aspirando dal tubo di gomma.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità