Gravidanza e disturbi della vista: cause e rimedi

Durante la gravidanza molte donne vanno incontro a disturbi della vista più o meno fastidiosi. Ma c’è un vero nesso? La risposta è sì: «Durante la gravidanza è normale che il corpo subisca molte trasformazioni. I cambiamenti ormonali producono ritenzione idrica e un aumento del volume del sangue e questo può causare problemi visivi come visione offuscata, visione doppia, la comparsa di macchie nel campo visivo o occhio secco», spiega il dottor Federico Fiorini, direttore sanitario di Clinica Baviera Bologna. «La maggior parte di questi problemi scompare in modo naturale dopo il parto, ma è sempre consigliabile consultare un oculista in caso di sintomi persistenti o che preoccupano e provocano qualsiasi dubbio in una donna». Di seguito, l’elenco dei possibili disturbi, con relative cause e soluzioni, messa a punto dagli specialisti di Clinica Baviera.

Pubblicità

1. Occhio secco

I cambiamenti ormonali causano una diminuzione della produzione di lacrime: di conseguenza l’occhio può risultare più irritato e secco, con conseguenti fastidi come bruciore, lieve dolore, prurito, sensazione di sabbia all’interno del bulbo oculare o visione offuscata. Per cercare di alleviare il problema si possono usare le lacrime artificiali in vendita in farmacia, così da idratare e lubrificare l’occhio. Si può anche ricorrere a umidificatori negli ambienti indoor per alleviare questi disturbi e minimizzare anche il continuo ammiccamento volontario che altrimenti gli occhi mettono in atto per lubrificarsi.

2. Contrazione degli occhi

Non è fortunatamente uno dei problemi più comuni, ma a partire dal secondo trimestre di gravidanza alcune donne notano di avere piccole contrazioni degli occhi. Per cercare di evitarle è utile la pratica di tecniche di rilassamento e anche un’attenzione per la dieta: una carenza di vitamine (soprattutto vitamina B12) o di sali minerali (potassio e magnesio) può infatti essere alla base di spasmi muscolari involontari. Clicca qui per sapere ad esempio come assicurarti queste preziose sostanze con sani alimenti vegetali.

3. Aumento della miopia

Ritenzione idrica e aumento di peso possono causare nelle donne in gravidanza un peggioramento della miopia, che di solito è però una condizione solo transitoria. In particolare, la ritenzione di liquidi può far sì che la cornea cambi la sua curvatura e questo distorce la visione e aumenta la miopia. Come prevenzione della ritenzione idrica è anche utile praticare una regolare attività fisica in gravidanza: clicca qui per avere tutte le informazioni utili sullo sport in gravidanza.

4. Lampi o macchie scure

Le donne in stato interessante possono anche iniziare a vedere lampi luminosi dovuti all’aumento della pressione sanguigna. Ma possono comparire anche piccole macchie scure, chiamate scotomi, che possono essere causate dal diabete gestazionale, dai cambiamenti ormonali o dalla mancanza di ferro. Uno dei rimedi naturali più efficaci è la luteina, un potente antiossidante naturale che protegge gli occhi da possibili problemi e si trova in molti alimenti come spinaci, broccoli, piselli, barbabietole, zucca e carote.

5. Affaticamento visivo

L’affaticamento visivo nelle donne gravide è dovuto alla diversa produzione ormonale e alla preparazione dell’utero al parto. Dormire un numero sufficiente di ore, non rimanere troppo a lungo davanti agli schermi dei vari device, approfittare della luce naturale per non sforzare gli occhi con la luce bassa o artificiale sono tutte buone abitudini che aiutano a tenere sotto controllo il problema.

6. Palpebre gonfie

Ritrovarsi con le palpebre gonfie può dipendere da un’irritazione conseguenza di una secchezza oculare o dell’aumento della pressione intraoculare. Oltre alle lacrime artificiali, risulta utile una dieta che preveda cibi ricchi di acidi grassi e Omega-3 come salmone, noci e tonno.

7. Edema oculare

La ritenzione di liquidi in gravidanza non è solo causa di gonfiori alle gambe, ai piedi e alle mani: in alcuni casi può anche essere responsabile di edema oculare e visione offuscata. Anche in questo caso, oltre alle dritte fornite dal ginecologo, può essere utile una regolare attività fisica: clicca qui per avere tutte le indicazioni utili.

LEGGI ANCHE > Quando e come tornare a fare sport dopo il parto

LEGGI ANCHE > I cibi per la bellezza della pelle

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità