Ellittica per casa: le 5 caratteristiche importanti

Ellittica per casa caratteristiche

L’ellittica per casa è un ottimo attrezzo per l’home fitness da utilizzare per allenamenti cardio, per tonificare gli arti inferiori e utile anche per recuperare da infortuni senza sovraccaricare le articolazioni.
Una ellittica da casa sostanzialmente riunisce le funzioni di altri 3 attrezzi da home fitness, e cioè la cyclette, lo stepper e il treadmill. Affinché però una ellittica per casa possa assicurare tutti i benefici dell’allenamento deve avere alcune precise caratteristiche da valutare con attenzione al momento dell’acquisto.

Pubblicità

Ellittica per casa: le 5 caratteristiche importanti

Le caratteristiche importanti che deve avere una buona ellittica per casa sono sostanzialmente 5:

  • Lunghezza
  • Peso del volano
  • Posizione del volano
  • Senso della pedalata
  • Consolle per la regolazione

1. Lunghezza di una ellittica per casa

Se, come detto, una ellittica riunisce le caratteristiche di cyclette, stepper e tapis roulant, è perché il movimento delle gambe prevede una fase di scivolamento sia in avanti che indietro. Lo scivolamento è influenzato dalla lunghezza dei bracci che uniscono le pedane al volano, e quindi dalle dimensioni, in particolare dalla lunghezza, dell’ellittica. Un ellittica “corta” (cioè con l’asse maggiore lunga fino a 1 metro) implica un movimento molto circolare, quindi più simile alla cyclette, e quindi con minor capacità di stimolare più muscoli delle gambe. Una buona ellittica per casa deve avere una lunghezza dell’asse maggiore di circa o almeno 1 metro e mezzo e, per persone sopra i 180 cm, potrebbe aver senso cercare un modello XL come nel caso di questa della marca finlandese Tunturi, con asse maggiore più lungo di 1,5 metri, che sono poi quelle che si trovano nelle palestre professionali.

2. Peso del volano di una ellittica per casa

Il volano è un componente fondamentale per la qualità di una ellittica per casa. In pratica attorno al volano ruotano gli appoggi e sarebbe ideale che fosse pesante. In pratica, e semplificando, più è pesante e più si muoverà in modo fluido, mentre i volani più leggeri spesso tendono a muoversi a scatti, soprattutto se chi usa l’ellittica non è un peso leggero. Ma cosa significa in concreto volano leggero e pesante? Spesso i modelli di ellittica da home fitness hanno volani intorno ai 10 kg, e potrebbero non essere sufficienti per un movimento fluido. Dai 15 kg in poi, come per questa di Kettler parliamo di volani che assicurano un movimento regolare.

3. Posizione del volano in una ellittica per casa

La caratteristica più evidente a chiunque di una ellittica per casa è la posizione del volano, che può essere anteriore o posteriore. Spesso la scelta è influita da considerazioni di ordine pratico (richiudere e mettere a posto l’ellitica) ma in generale si può dire che le ellittiche con volano posteriore come questa di Ultrasport sono spesso quelle compatte, quindi più corte, e quindi tendono a costringere chi le usa a una posizione più verticale, mentre quelle con volano anteriore permettono di distendersi maggiormente in avanti.

4. Ellittica per casa: quale senso di pedalata?

Per senso di pedalata di una ellittica per casa si intende il senso di rotazione delle pedane. Le ellittiche più economiche solitamente ne hanno uno solo, quello in avanti, mentre quelle professionali permettono di scivolare anche all’indietro. Ovviamente le ellittiche con il doppio senso di scivolamento costano di più, ma è anche vero fare esercizi scivolando all’indietro è molto più impegnativo per i muscoli e impattante per le articolazioni.

5. Ellittica per home fitness: le funzioni necessarie nella consolle

La consolle di solito è il primo dettaglio che si guarda in una ellittica per home fitness, ma più che farsi affascinare da schermi touch digitali a colori e altre sofisticherie (per esempio l’entertainment con musica e video…) è bene controllare sul manuale di istruzioni il numero di programmi di allenamenti preimpostati a disposizione, la possibilità di personalizzarli, la possibilità di regolare senza interrompere l’allenamento sia la resistenza del volano che l’inclinazione degli assi di pedalata, per variare l’intensità dell’allenamento, e magari anche la possibilità di monitorare la frequenza cardiaca (che si può controllare anche tramite uno smartwatch con cardiofrequenzimetro o una fascia toracica).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità