Quando la palestra diventa anche un’esperienza diversa

Quando la palestra diventa anche un’esperienza diversa

Palestra, luogo di fatica e di sudore, dove gli esercizi possono, con il passare del tempo, anche diventare una noiosa abitudine. Allora perché non cercare di unire l’utile al dilettevole oppure allo stravagante e curioso ? In effetti ci sono realtà, in giro per il mondo, che si staccano non poco dallo stereotipo della tradizionale palestra. Alcuni luoghi sono ipertecnologici, alcuni molto stravaganti e altri anche fin troppo essenziali, quasi da accampamento da gladiatori di Spartacus.

Pubblicità

> Leggi anche Apre la prima palestra cannabis-free. Ci andresti?

 

In riva al fiume una palestra da Rocky Balboa

E’ il caso della palestra Kalchaka, situata sulle rive del fiume Dniper a Kiev, in Ucraina, una location davvero outdoor e nata 37 anni fa. Una palestra per uomini veri dove oltre 200 tra macchine e attrezzi sono lasciate costantemente all’aperto e alle intemperie e spesso costruite con pezzi riciclati e che danno, a volte, l’impressione di veri e propri rottami. Una scelta consapevole quella di venire ad allenarsi in una palestra come questa, ma indubbiamente una scelta diversa dal solito e che vede la presenza di un pubblico quasi totalmente maschile.

> Leggi anche Meglio fare sport in palestra o all’aria aperta?

Palestra o disco?

Completamente diversa è l’atmosfera che si vive all’interno delle David Barton Gym, catena di palestre statunitensi, dove musica ad altissimo volume, luci di vario colore e decorazioni varie, fanno sembrare questo ambiente più simile ad una discoteca che a una palestra. Oltre alla palestra, anche la possibilità di rilassarsi nella sauna, mentre un Dj, sempre presente, tiene alto il ritmo della giornata. Tante le possibilità e le offerte per i praticanti: pesi, yoga, pilates, boxe, ciclismo e anche lotta. Negli ultimi tempi questo marchio ha sofferto l’alta concorrenza che c’è in questo settore e diverse palestre sono state chiuse, tra le quali quelle di New York, Miami, Chicago, Boston e Seattle.

>Leggi anche Fitness: i nuovi esercizi di moda da provare nel 2017

 

Correre e pedalare per creare energia

Un’altra realtà a stelle e strisce è la “The Green Microgym”, dove gli stessi atleti che utilizzano le cyclette e i tapis roulant, generano l’energia che serve ad alimentare la struttura. Pedalare può generare tra i 150 e 450 watt all’ora. Proprio per questo particolare motivo il costo dell’iscrizione è basso e tutta la palestra è eco-compatibile, pannelli solari e un sistema di ventilazione molto efficiente completano il quadro. Questa palestra, che vanta tre centri, si trova a Portland.
Nel quartiere di Soho nel West End di Londra, “The Third Space” è una palestra su più piani con un muro di arrampicata, ring per la boxe e una camera di ipossia che simula l’allenamento in altura e i cambi di pressione. La struttura offre anche servizi di fisioterapia, agopuntura, idroterapia, aromaterapia e podologia sportiva.

>Leggi anche Le migliori palestre di roccia indoor in Italia

Allenarsi navigando sulla Senna

Infine quello che per ora è un progetto, e del quale abbiamo già scritto, ma che è sicuramente destinato a diventare il tipo di palestra più affascinante. Si tratta della Paris Navigating Gym ovvero un battello con pareti tutte in cristallo, lungo circa venti metri e capace di ospitare fino a 45 persone, che navigando sulla Senna e ammirando le bellezze di Parigi potranno anche fare esercizio e attività fisica. Anche in questo caso l’energia che muove il battello è quella prodotta dagli stessi atleti. Il progetto dovrebbe concretizzarsi nei prossimi mesi e oltre ad essere una palestra galleggiante, potrà essere utilizzato anche per feste private. Unica avvertenza: se sarete invitati alla festa ricordatevi che dovrete pedalare non poco.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità