3 parametri da guardare quando prepari una mezza maratona

Sono 3 i parametri da guardare nel tuo Garmin Forerunner quando prepari una mezza maratona, anche se sei un neofita del running

Il traguardo dei 21,097 km è una distanza sempre più apprezzata dagli appassionati di corsa. Più “accessibile” rispetto alla maratona, la mezza maratona rimane comunque una sfida atletica e personale da affrontare con la giusta preparazione. E nel mezzo della preparazione ci sono 3 parametri da guardare quando prepari una mezza maratona, stando alle indicazioni di Garmin: le funzioni dei suoi running watch sono in grado infatti di accompagnarti come un vero e proprio allenatore nel tuo percorso al traguardo della mezza maratona.

3 parametri da guardare quando prepari una mezza maratona

La stagione del podismo è ufficialmente iniziata e tante sono le manifestazioni a calendario, sia su territorio nazionale che oltre confine. Con un numero di appassionati in costante crescita, la corsa ha vissuto una vera e propria rinascita e tra le distanze più apprezzate da professionisti e aspiranti tali si è fatta strada quella della mezza maratona: 21,097 chilometri di fatica, passione e divertimento che devono essere preparati con funzioni dedicate al running, per monitorare la propria condizione durante allenamenti e gare.

Tre analisi per un unico successo

Per raggiungere l’obiettivo dei 21,097 metri occorre essere consapevoli del proprio livello di preparazione. Per conoscere meglio il proprio fisico e la risposta all’attività sportiva, Garmin ha messo a punto tre funzioni indispensabili per il runner. Si parte con la funzione Training Load che monitora lo sforzo fisico combinato di tutte le attività registrate negli ultimi sette giorni, in modo da verificare l’impatto immediato di ogni allenamento.

Se il Training Load è utile per calibrare al meglio i carichi di allenamento, l’opzione Training Status fornisce un’analisi non solo della corsa del giorno, ma anche degli allenamenti più a lungo termine, per avere indicazioni sull’andamento e sull’efficacia degli stessi, consentendo così di impostare le sedute successive in modo da raggiungere i propri obiettivi.

Un allenatore personale al polso

Per chi invece inizia a correre o vuole provare ad allungare le distanze, l’opzione Garmin Coach offre un personal trainer virtuale e gratuito per avere piani di allenamento giornalieri adattivi creati in base al livello di forma fisica, alla cronologia delle ultime attività e ai dati biometrici. Permette di seguire direttamente sul running watch e sull’app Garmin Connect allenamenti studiati da professionisti di livello internazionale per prepararsi in modo adeguato a correre la mezza maratona (in alternativa, esistono piani anche per una 5 e 10k).

Inoltre, dato che il piano di allenamento viene adattato in base alle prestazioni, non ci si deve preoccupare se si subisce uno stop nella preparazione o se si raggiunge l’obiettivo prima del previsto; le tabelle si aggiorneranno automaticamente rispetto ai cambiamenti.

Molto più che semplici orologi, sportwatch Garmin accompagnano chi li indossa durante l’attività fisica scelta, che sia su asfalto o trail, tenendo traccia del quadro completo di preparazione atletica, come un vero coach al polso.

L’importanza di recupero e riposo

Il riposo fa parte della preparazione, per questo negli sportwatch Garmin viene indicato al termine di ogni attività e si basa sullo sforzo eseguito durante l’allenamento. Non dimenticare di recuperare, ne beneficerà corpo e mente.

Garmin Forerunner

La linea Forerunner spazia con i modelli 55, 245, 745 e 945, tutti dedicati al running e multisport.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...

quanto correre a settimana
Nessun Tag per questo post